Sensi nega qualsiasi cessione

11.08.2009 16:10 di Raffaella Bon   vedi letture

Sparate su di me, criticatemi: ma esigo rispetto. Sparate su di me, ma lasciate tranquilli i ragazzi«, ripete. I 'ragazzì sono la squadra che ha già iniziato la stagione 2009-2010 con i primi impegni in Europa League. »Sono ipercritica, se pensiamo agli obiettivi raggiunti la scorsa stagione possiamo dire che avremmo voluto arrivare in Champions e non ci siamo riusciti. Un piazzamento tra le prime 4 è il traguardo per quest'annata«. La squadra, dice il presidente, è competitiva anche dopo la cessione di Alberto Aquilani. »È stato un dolore cedere Aquilani -ammette-. Abbiamo venduto ogni anno perchè vanno fatte scelte tecniche. La Roma non ha un budget sul mercato per comprare Ibrahimovic. Le cessioni sono state ed eventualmente saranno scelte strategiche, se partirà qualcuno arriveranno altri giocatori per sostituire chi andrà via«. Di sicuro, non si muoverà Daniele De Rossi: »Non è e non sarà in vendita, non succederà mai. Non stiamo smantellando«. Per il nuovo contratto di Francesco Totti, »un investimento e un fatto sentimentale«, manca praticamente solo l'annuncio. »Il mercato quest'anno non si è ancora acceso«, dice rispondendo alle domande sulla campagna acquisti e cedendo il testimone al direttore sportivo, Daniele Pradè. »Abbiamo i nostri obiettivi -dice il dirigente- e sappiamo bene cosa dobbiamo fare. C'è un confronto quotidiano con l'allenatore e siamo contenti di questa squadra. Lavoriamo con grande fiducia, a questa Roma manca poco«. (Gro/Ct/Adnkronos