Rubin, questo applauso è tuo

02.05.2010 09:42 di Marina Beccuti   vedi letture
Rubin, questo applauso è tuo
TUTTOmercatoWEB.com

Matteo Rubin ha vissuto momenti difficili dall'estate scorsa, quando la madre si ammalò nuovamente di un brutto male. In quel periodo si parlò di Rubin sul mercato, con il Palermo che sembrava tentarlo, complice anche qualche parola di troppo di alcuni giornalisti di fede rosanero, consapevoli che comunque il terzino granata non interessava a Zamparini. Ma spesso sparare sul Torino è come farlo con la Croce Rossa. Purtroppo la madre del nostro Matteo non si riprese e in inverno se ne andò. Matteo soffrì moltissimo, com'è normale per un figlio che perde un genitore. Per questo motivo non giocò, ma quando fu pronto, Colantuono con molta umanità disse: "Matteo giocherà e so che farà bene".

Ieri c'è stata la sua risposta, un gol da bomber di perfetta fattura, che ha ridato un attimo di felicità a Matteo dopo tanti giorni di solitario dolore. Rubin, ragazzo serio tutto d'un pezzo, non ha fatto i soliti gesti eclatanti del segno di croce e del bacio in cielo, si è tenuto dentro l'emozione e la commozione e solo a fine partita ha dedicato il gol alla madre, senza dimenticarsi dei tifosi. Per tutto quello che ha vissuto Matteo, in perfetto silenzio, oggi l'applauso più grande se lo merita lui. Un ragazzo che ha vissuto il suo dolore con tanta dignità, ringraziando anche il Torino che ha saputo far quadrato attorno al suo giovane e talentuoso tesserato.