Primavera, Torino-Fiorentina 1-2. La Coppa Italia ai viola

La finale decisa dai gol di Vlahovic e Maganjic. Rauti ha provato a rimettere in discussione il risultato, ma la sua rete non è bastata e poi il rigore è finito sul palo. Cairo presente al Fila.
12.04.2019 20:56 di Elena Rossin   vedi letture
Vlahovic
TUTTOmercatoWEB.com
Vlahovic
© foto di Giacomo Morini

Due gol all’andata e uno su rigore nella gara di ritorno è la firma che ha messo Vlahovic sulla Coppa Italia. La Fiorentina così l’ha portata via al Torino che l’aveva conquista nella scorsa edizione. I ragazzi di Coppitelli hanno provato a ribaltare il risultato di sette giorni fa al Franchi, ma non ci sono riusciti e già alla fine del primo tempo quelli di Bigica avevano messo praticamente al sicuro la conquista della Coppa. Ma nel secondo tempo sono stati prima il palo e la traversa a impedire che i granata riaprissero il match e poi dopo che Rauti aveva pareggiato il suo tiro dal dischetto è finito sul palo. Allo scadere Maganjic ha portato in vantaggio la Viola.

La prima incursione offensiva degna di nota è di Vlahovic che dopo essere arrivato in area  ha calciato senza sorprendere Gemello che l’ha toccata e poi è stata allontanata (5’). La risposta del Torino non si è fatta attendere Belkheir è avanzato sulla fascia destra e ha servito Rauti in area che è venuto in contatto con Ghidotti che si era tuffato ed ha avuto la peggio avendo ricevuto un colpo in testa tanto da far entrare lo staff medico che gli ha messo una vistosa fasciatura in testa (7’). Ribaltamenti di fronte, ma nessuna vera azione da gol fino a quando Petrungaro in contropiede è arrivato al limite dell’area e ha crossato per Rauti, ma il suo tiro è stato intercettato da Ghidotti (26’). La svolta si è avuta quando Singo ha atterrato in area Vlahovic, che era già entrato in contatto con Sportelli, e l’arbitro ha decretato il rigore che lo stesso serbo con il cucchiaio ha realizzato (39’). Dopo il vantaggio della Fiorentina gli animi si sono un po’ scaldati per l’esultanza di Vlahovic. Coppitelli ha sostituito Sportelli con Marcos (40’). Il primo tempo si è concluso dopo tre minuti di recupero.

Nella ripresa nonostante la rimonta al limite dell’impossibile i ragazzi di Coppitelli non si sono fatti scoraggiare e su calcio d’angolo Onisa ha colpito il palo e la sfera è uscita (47’). Poco dopo lo stesso Onisa ha colpito la traversa (50’).Bigica ha sostituito Koffi con Maganijc (52’). Il Torino ha continuato a pressare. Una punizione di Kone è stata respinta di pugno da Ghidotti e dopo la rimessa laterale Petrungaro ha provato ha mettere in difficoltà il portiere viola, ma la palla è rimbalzata e l’azione è sfumata (53’). Alla fine gli sforzi granata sono stati premiati. Belkheir ha servito Rauti che dal limite ha mandato la palla in rete (54’). A seguire ci ha provato Belkheir, ma  il suo tiro è stato fuori misura (57’). I granata hanno continuato ad attaccare. Gillekens ha atterrato in area Rauti e l’arbitro ha decretato il rigore, Nicola è andato sul dischetto, però, il suo tiro si è stampato sul palo e quello di Onisa è finito alto (63’). Coppitelli ha effettuato la seconda sostituzione fuori Belkheir e dentro Moero (65’). La Fiorentina, forte del risultato che la stava premiando, si è sostanzialmente difesa e ha solo tentato qualche incursione nella metà campo avversario, mentre il Torino ha provato e riprovato con tutte le forze a rimettere in discussine il risultato, ma complice anche qualche errore di mira la porta di Ghidotti è sembrata stregata. Bigiha ha tolto Hanuljak e fatto entrare Meli (74’) e Coppitelli ha risposto con l’ingresso di Murati per Ferigra (75’). La Fiorentina ha provato a segnare il gol della vittoria con Beloko che di passare palla a un compagno, ma la difesa del Torino si è rifugiata in anglo e poi Onisa ha allontanado definitivamente la sfera (85’). Bigica ha fatto una doppia sostituzione inserendo Montiel e Vlahovic per Pierozzi e Longo (82’). Su errore di De Angelis ripartenza dei viola che con Maganjic hanno segnato il gol del due a uno, palla nell’angolo destro della porta di Gemello (90’).
Anche la gara di ritorno si è conclusa con una vittoria della Fiorentina che ha conquistato la Coppa Italia.