Lo sciopero delle Curve. Cairo, la serata più lunga

I gruppi organizzati annunciano che la protesta potrebbe continuare anche in futuro.
21.12.2019 10:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Tuttosport
Urbani Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
Urbani Cairo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Maratona e Primavera ricompattate dalla protesta contro il club, la Digos e la Questura: oggi niente tifo, si legge su Tuttosport che in diciassette punti rimette in ordine i fatti accaduti nell’ultimo periodo così nessuno correrà il rischio di far confusione tra le varie dinamiche della legge di causa ed effetto. 

1) sei ottobre Torino-Napoli con tifosi campani sparsi tra il settore ospiti e altre gradinate con momenti di tensione tra le tifoserie

2) vendita di biglietti delle Curva Primavera senza limitazioni d’intesa con le forze dell’ordine

3) Continuano a diffondersi gli striscioni, esposti in varie zone della città e ripresi sul web, contro il presidente Cairo

4) Primi accenni di contestazione generale che coinvolge anche Mazzarri (pure per il caso Chiellini) dopo le sconfitte con l’Udinese, il pareggio con il Cagliari e la sconfitta con la Lazio

5) Dopo il derby perso combattendo e la vittoria con il Brescia la partita con l’Inter

6) La vendita dei biglietti di Curva Primavera senza limitazioni, sempre d’intesa con le forze dell’ordine, le l’accorgersi  che i biglietti sono finiti a ultras nerazzurri e fine della vendita libera a quattro giorni dalla partita

7) Nel prepartita di Torino-Inter risse in Curva Primavera che coinvolgono il gruppo granata TH e con migliaia di tifosi terrorizzati che cercano di scappare

8) Le inchieste di Tuttosport  sui gravi fatti successi e pubblicazione del comunicato del direttivo dell’Unione Club Granata che invoca sicurezza sugli spalti

9) L’intervista all’avvocato Marengo che con tre colleghi sta preparando cause civili contro il Torino. Dalla questura una serie di provvedimenti e anche Daspo contro i TH e marginalmente contro ultras del Napoli e dell’Inter. Il questore parla di “esperimento” in Primavera che però è stato interrotto in occasione della gara con la Fiorentina. En passant Primavera da tempo molto critica con la gestione Cairo.

10) Nessuna scusa da parte del Torino malgrado le protese e intervista di Cairo su un suo giornale dove il presidente dice che il club non ha colpe perché sono state eseguite le disposizioni delle forze dell’ordine   

 11) Le parole del Questore di Torino con a fianco il capo della Digos in conferenza stampa relative all’”esperimento” mai comunicato pubblicamente sommate all’atteggiamento del Torino Fc producono vibranti proteste. L’avvocato Marengo pubblicamente torna a sottolineare le responsabilità del club per quanto riguarda la sicurezza

12) Il comunicato della Questura che parla di strumentalizzazioni, incomprensioni e fake sull’”esperimento”e dice che il “progetto” che continuerà

13) Il direttivo dell’Unione Club Granata emette un comunicato dove si chiedono le dimissioni del Questore e che la Magistratura indaghi e faccia piena luce sui pericoli corsi e sulle responsabilità di tutti

14) Anche la Curva Maratona da tempo in pesante disaccordo con il gruppo più cado della Primavera esprime piena solidarietà  perché non si può giocare sull’incolumità e sulla pelle di tifosi per un “esperimento” e a Verona il settore ospiti è lasciato vuoto nel primo tempo

15) Dopo incontri tra gruppi della Maratona e della Primavera è lanciata una “spettacolare“  protesta nelle due Curve per la partita di questa sera con la Spal contro la “repressione” e a tutela dei diritti dei tifosi. Solidarietà ai granata da parte di tante tifoserie

16) La protesta delle Curve ricompattate potrebbe continuare anche in futuro, ma è ribadito il sostegno ai giocatori

17) Ieri in conferenza stampa Mazzarri ha invocato uno stadio pieno e positivo