La nuova cordata non demorde

31.12.2010 16:30 di Marina Beccuti   vedi letture
La nuova cordata non demorde
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Ieri la Alessandro Proto Consulting emetteva un comunicato in cui diceva che si ritirava dall'offerta che doveva essere fatta a Cairo il 15 gennaio prossimo. Il motivo erano le illazioni uscite sul giornale Il Ticino News riguardo a presunte truffe passate di Alessandro Proto, ma sopprattutto predominava la mancanza di volontà da parte di Cairo di vendere il Torino. Oggi però si apprende, secondo quanto riporta La Stampa, che i sei imprenditori coinvolti nella cordata di dovrebbero ritrovare lunedì per fare il punto della situazione. Il Torino fa gola per quello che può essere il business immobiliare, tra la ricostruzione del Filadelfia, del Combi e anche il dover rinegoziare l'accordo con l'Olimpico, con annesse le agevolazioni che le amministrazioni locali intendono concedere al Torino Fc. Ma Cairo a sua volta non ha nessun interesse a vendere adesso. Eventualmente un Toro in A sarebbe più appetibile. L'importante è che non perda le occasioni che gli stanno passando davanti, ovvero ricostruire lui il Fila e l'eventuale Cittadella granata. Sarebbe un successo per Cairo e, in caso di cessione futura, il prezzo si alzerebbe notevolmente. Da questi discorsi si deduce che sicuramente dentro alla cordata ci possa essere almeno un imprenditore nel ramo immobiliare o edilizio.