Juric, conferenza stampa: "Praet? Grandissima partita"

28.04.2022 07:08 di Redazione TG   vedi letture
Fonte: Tmw
Juric, conferenza stampa: "Praet? Grandissima partita"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

 Ivan Juric, tecnico del Torino, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match contro l'Atalanta, terminato 4-4 e in cui sono stati assegnati ben quattro rigori da Abisso: "È un risultato giusto, sul 4-2 sembrava che stavamo controllando la partita. È stata una partita splendida, dinamica, abbiamo visto tante belle cose".

Gritti ha detto che il primo gol vostro e il rigore sono stati un po' generosi.
"A Tullio non rispondo niente, gli voglio talmente bene che non rispondo, va bene così".

Merito degli attacchi o errori della difesa?
"Secondo me non ci sono stati tanti errori difensivi. Serviva un po' d'attenzione, però è stata una gara spettacolare, meglio di uno 0-0 triste. Ho visto giocatori di grandissima qualità, tecnica, davvero una bella partita".

Non c'è rammarico per la classifica?
"Penso che il Torino abbia perso tanti punti negli ultimi minuti, sicuramente potevamo fare qualcosa di più".

È onorato di aver pareggiato con Gasperini, visto che si dice sempre che lei è l'allievo?
"Ci siamo trovati tante volte in passato, per me resta la persona che mi ha dato di più a livello calcistico e umano, gli sarò grado tutta la vita".

Praet?
"Mi piace tanto, ha un potenziale enorme. Ha fatto un grande lavoro aerobico dopo l'infortunio, oggi ha fatto una grandissima partita".

Non tutti i pareggi sono uguali. Questa è una verifica finale?
"È stata una partita dove volevo vedere il mio Toro, ci siamo presentati con idee, gioco e ritmo. Ho visto tutto quello che voglio vedere".

Come sta Pjaca?
"Dobbiamo valutare come sta dopo il problema al ginocchio".

La scelta di Milinkovic-Savic?
"Berisha ha avuto la febbre, è stata una scelta tecnica, è un bene avere due portieri così".

Non avete sbagliato la partita, ma sono arrivati ancora due gol nel finale.
"Nel calcio devi fare delle scelte, o ti metti dietro e subisci - come ha fatto il Torino nelle ultime stagioni - o li vai a prendere alti. Altre gare, in cui abbiamo pareggiato, mi hanno lasciato infastidito, oggi invece sono contento".