Immobile ha fatto chiarezza sull’esultanza con la “cresta” alla Belotti

Ciro dopo il rigore segnato al Torino ha gioito con un gesto che sembrava uno sfottò all’amico-rivale Andrea, ma l’apparenza ha ingannato.
31.10.2019 14:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Sky Sport e Lazio Style Channel
Il gesto di Immobile
TUTTOmercatoWEB.com
Il gesto di Immobile
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

In una serata già nera per il Torino e anche per Belotti ci sarebbe mancato anche lo sfottò di Ciro Immobile, che di Andrea oltretutto è amico ed è anche un ex giocatore granata. Dopo il rigore segnato, che ha portato la Lazio sul tre a zero, e sanciva la realizzazione di una doppietta Immobile ha esultato e fin qui nulla di strano, ma è parso che facesse la “cresta” che utilizza sempre in segno di gioia il “Gallo” Belotti dopo i suoi gol. Ma il gesto di Ciro non è stato assolutamente una presa in giro come lo stesso giocatore ha tenuto a precisare, ma semplicemente un richiamo a una cosa che fa con Cataldi che però data la lussazione al dito di Immobile è sembrata appunto l’imitazione della “cresta” di Belotti.     

IL CHIARIMENTO “La mia esultanza? - ha spiegato Immobile ai microfoni di Lazio Style Channel e riportato da Sky Sport - era una cosa tra me e Cataldi, si chiama “muto a catena”: quando qualcuno dentro lo spogliatoio parla un po’ troppo, arriva Cataldi e dice “muto a catena”, facendo questo gesto. Però io avevo il dito un po' così (lussato, ndr) e sembrava una cresta. Se vedete il video Cataldi lo fa bene. Non avevo fatto nessuna scommessa con Belotti, la cresta è sua e non si tocca. Il “Gallo” è un ragazzo eccezionale, è difficile trovare persone come lui in questo sport”.