Il Torino si affida ancora a Tameze in difesa anche con il Frosinone

09.12.2023 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Tameze e Martegani
TUTTOmercatoWEB.com
Tameze e Martegani
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Juric non lo ha annunciato, ma lo si deduce da quanto ha detto ieri in conferenza stampa l’allenatore del Torino che a ricoprire domani con il Frosinone il ruolo di braccetto destro sarà ancora Adrien Tameze. Juric infatti ha spiegato che: “Voglio includere Djidji pian piano. Non è ancora pronto per i 90 minuti, ma vediamo che ogni settimana sta migliorando. Viene da un lungo periodo di stop (è tonato in campo nel finale della partita con l’Atalanta, ndr) e anche nel finale della scorsa stagione soffriva di pubalgia e quindi si stava gestendo negli allenamenti. E’ stato un periodo abbastanza lungo, però per noi sarebbe importantissimo che tornasse quello che conoscevamo, speriamo di dargli sempre più spazio non dall’inizio però pian piano".

Schuurs sta facendo la riabilitazione in Olanda e Juric, come aveva detto due giorni prima della partita con il Bologna, vede Zima più da centrale difensivo che da braccetto: “A volte lo preferisco di più in mezzo per le caratteristiche dei giocatori: è più un difensore centrale”. Sazonov, che è reduce dall’operazione al naso, sta apprendendo il calcio italiano e cosa chiede l’allenatore: “E' uno di quei giocatori per i quali darei tutto perché ha una mentalità pazzesca e vuole migliorarsi – ha detto di lui Juric -. Ogni giorno analizziamo gli allenamenti per vedere come e dove deve migliorare. Sta facendo passi in avanti, anche se non è facile non giocando. Sono convinto che ci darà una mano in questo campionato. Al momento la squadra funziona bene e anche la difesa così com'è. Sono molto soddisfatto e contento di Sazonov per come ha affrontato questa avventura sapendo che ha certe difficoltà e che è un calcio diverso, ma per come sta lavorando sono convinto che sta dando il massimo". Ecco che quindi per Tameze non è ancora arrivato il momento di tornare a centrocampo, nel suo ruolo naturale, e quindi continuerà a giocare in difesa da braccetto a destra dove sta facendo molto bene.