Il monologo di Petrachi non è stato gradito dalla Roma

13.02.2020 14:58 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Il monologo di Petrachi non è stato gradito dalla Roma

Petrachi a Torino lo conoscono bene, molte sue conferenze stampa sono state dei monologhi, con annessi degli sfoghi. La stessa cosa è successa ieri nel corso della presentazione di tre nuovi giocatori in casa Roma, Villar, Perez e Ibanez.

Pare che il discorso che riguardava la sua situazione personale, ovvero il futuro in giallorosso, sia durato ben venti minuti e ha colto di sorpresa dirigenti e media romani. Mettendo però di mezzo la Roma stessa, quando ha detto: "Abbiamo fatto una rivoluzione iniziata sei mesi fa, ma non pensate che ora arrivi Paperon de' Paperoni e compri chissà chi". Passaggio questo che non è stato gradito da Friedkin, il probabile nuovo acquirente).

Secondo la Gazzetta dello Sport, la Roma rispetta le parole del suo ds, ma non le condivide.

Un altro boomerang mediatico per Petrachi, appena assolto dopo essere stato indagato dalla Procura Federale per il dubbio che avesse già lavorato per la Roma mentre era ancora sotto contratto con il Torino. Questo a causa di una frase sibillina, detta da Petrachi durante una conferenza stampa, ovvero che maggio aveva già incontrato i dirigenti dell'Inter per la cessione di Dzeko.