Gli elogi di Giampaolo a Buongiorno e Segre che forse sono un avvertimento per gli altri giovani

18.09.2020 16:05 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Alessandro Buongiorno
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Alessandro Buongiorno

Nella conferenza stampa di presentazione alla partita di domani con la Fiorentina tra le altre cose a mister Giampaolo è stato chiesto come valuta Buongiorno e Segre e lui ha risposto: "Segre e Buongiorno sono entrambi nella mia considerazione, sono due ragazzi seri e lavorano bene. Hanno il comportamento e l'atteggiamento di chi vuole cercare di emergere. E io sono sempre molto sensibile ai comportamenti giusti e alla capacità di reagire alle difficoltà. Ad esempio, Buongiorno all'inizio l'ho tenuto fuori e per qualche giorno l’ho fatto allenare con il differenziato poiché avevo tanti calciatori e non li conoscevo e poi si commettono anche errori, ma è rimasto dritto e non è mai indietreggiato, non si è pianto addosso. Con il tempo ho visto che è migliorato giorno dopo giorno per questo lo tengo in considerazione. E’ uno dei quattro difensori e penso che abbia anche buoni margini, ci lavoreremo. Deve fare altre esperienza, ma si muove bene Idem Segre, anche lui è un ragazzo giusto nei comportamenti e negli atteggiamenti e che in campo dà sempre tutto, poi ognuno ha le proprie caratteristiche e qualità, ma questo è un aspetto secondario mentre quello più importante è la predisposizione a fare le cose per bene. Si può arrivare a fare tutto e se non ci si riesce in un modo lo si può fare in un altro. La volontà fa la differenza”.

Parole chiare quelle dell’allenatore del Torino che forse sono un messaggio, neppure troppo indiretto, anche per gli altri giovani che ci sono in rosa e il messaggio che deve essere colto è: la volontà fa la differenza. Comportamento e atteggiamento  vengono valutati dal mister e devono appunto essere quelli giusti.