Federsupporter ammessa in aula dalla Corte di Giustizia per il processo sul calcioscommesse

03.07.2012 11:42 di Marina Beccuti   vedi letture
Federsupporter ammessa in aula dalla Corte di Giustizia per il processo sul calcioscommesse
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Roma 2 luglio 2012

Con riferimento al primo argomento in oggetto si comunica che, nell’udienza odierna, 2 luglio 2012, la Corte di Giustizia della FIGC, in merito al ricorso presentato da Federsupporter contro l’ordinanza pronunciata il 31 maggio scorso dalla Commissione Nazionale Disciplinare della stessa FIGC, di esclusione dell’Associazione dalla partecipazione al processo per illecito sportivo dinanzi alla suddetta Commissione, con propria ordinanza, ha confermato tale esclusione, in quanto Federsupporter non fa parte dell’ordinamento federale.

La Corte, però, ha riconosciuto nella citata ordinanza alcuni elementi di assoluta novità e interesse.

Non è di poco conto, infatti, che la Corte, pur confermando la predetta esclusione, abbia, tuttavia, stabilito che quest’ultima avviene perché, “allo stato dell’ordinamento vigente”, l’Associazione non è ritenuta un organismo rilevante per tale ordinamento.

Laddove l’espressione “allo stato dell’ordinamento vigente” rappresenta una significativa ammissione implicita del fatto che si rendono necessarie modifiche “all’ordinamento vigente” onde rendere possibile che Enti esponenziali dei diritti e degli interessi diffusi e collettivi dei tifosi, quale è Federsupporter, possano, in avvenire, diventare organismi rilevanti per l’ordinamento federale.

Inoltre, l’ordinanza della Corte, pur stabilendo che, sempre “allo stato dell’ordinamento vigente”, l’interesse dei tifosi non può trovare ingresso nel procedimento sportivo, riconosce, però, espressamente, che “ogni forma di eventuale tutela risarcitoria rientra nella competenza a decidere di altre Autorità”.

Ma, forse, il risultato, almeno al momento, più importante per Federsupporter è che la Corte, accogliendo la richiesta avanzata in via subordinata nel ricorso contro l’ordinanza di esclusione pronunciata dalla Commissione Nazionale Disciplinare, ha ammesso Federsupporter ad assistere in aula al procedimento in corso.

In questo modo è stato ammesso che sussiste, quanto meno, il legittimo interesse dell’Associazione a prendere direttamente cognizione e a direttamente valutare ciò che emerge dal processo sportivo, allo scopo di poter, poi, far effettivamente valere quella tutela risarcitoria in favore dei tifosi dinanzi ad altra Autorità : tutela che, come detto, la Corte ha espressamente riconosciuto nell’ordinanza odierna.

Si tratta, quindi, di prime, sia pur ancora timide, ma, comunque, non trascurabili aperture verso quel principio costantemente portato avanti da Federsupporter per l’istituzionalizzazione nell’ambito sportivo del ruolo dei tifosi.

A cura di Massimo Rossetti - responsabile area legale Federsupporter

Per contatti
Marco Liguori - Responsabile ufficio stampa Federsupporter
email marco.liguori@federsupporter.it
http://www.federsupporter.it