Donadoni: "Allenare il Cile? Sarebbe interessante. Sono pronto a tornare"

25.01.2021 11:46 di Claudio Colla   Vedi letture
Donadoni: "Allenare il Cile? Sarebbe interessante. Sono pronto a tornare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Terminata l'esperienza in Cina, alla guida dello Shenzhen, il cinquantasettenne Roberto Donadoni, brevemente accostato al Toro prima che la mano passasse da Giampaolo a Nicola, ha parlato del proprio prossimo futuro, oltre che di alcuni dei suoi ex club di appartenenza (Milan e Atalanta, da giocatore, e Napoli, da tecnico), ai microfoni di Radio Anch'Io Sport:

"Allenare il Cile? Direi che lo spagnolo non è una lingua molto distante dall'italiano, riesco a farmi capire bene. Da allenatore, peraltro, ho avuto tanti giocatori sudamericani e iberici. A proposito di un mio approdo sulla panchina del Cile, di voci e di chiacchiere ne ho sentite tante. È una situazione intrigante, si tratta sicuramente di una buona nazionale, e può essere un'ipotesi molto interessante. Ritorno in panchina? Sono pronto, quando si presenta l’occasione giusta mi vedrete di nuovo.

Atalanta da scudetto, dopo la vittoria di San Siro? Direi che non manca nulla; da qualche anno a questa parte, continuano a giocarsi le proprie carte. Sabato l’Atalanta è tornata a dare la sensazione di una compagine solida, atleticamente ben messa, con qualità tecniche importanti. Nell'ultima gara, è stata nettamente superiore al Milan, e questo ha dato autostima e sicurezza a tutta la squadra. Gomez? Difficile dare un parere, dall’esterno. Ma l’Atalanta ha adottato una linea ben precisa in merito, e il giocatore ha il preciso compito di rispettare la società. Dal punto di vista tecnico Gomez è un giocatore di assoluto valore. Il club dovrà mantenere la linea stabilita.

Venendo al Milan, credo che Mandzukic sia sicuramente un giocatore di spessore, di carattere, e di qualità. Non conosciamo il suo percorso degli ultimi tempi, ma se torna in condizioni ottimali può essere di aiuto. I rossoneri, nonostante il ko di qualche giorno fa, continuano ad avere le carte in regola per giocarsela. Il Napoli? Il ritornello è sempre lo stesso. Quando le cose si complicano, e i risultati calano appena, l'ambiente perde fiducia, e tutto viene messo in discussione”.