Crozza costa troppo (e dà fastidio alla politica), addio alla Rai. Rimane a La7?

16.10.2013 18:58 di Marina Beccuti   vedi letture
Crozza costa troppo (e dà fastidio alla politica), addio alla Rai. Rimane a La7?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Maurizio Crozza non andrà in Rai e, a questo punto, visto che sembra impossibile che passi a Mediaset, considerando che la polemica politica parte proprio dal Pdl, potrebbe rimanere a La7, dove i rapporti restano buoni, abbassando le sue pretese. Così si legge su Primaonline.it: "Marcia indietro della Rai nella trattativa per portare su Raiuno Maurizio Crozza. L'intesa prevedeva nei prossimi tre anni 22 puntate in prima serata al costo 'chiavi in mano' di 450 mila euro ognuna. Al comico genovese sarebbero andati complessivamente 5 milioni di euro. A far saltare l'accordo le polemiche politiche già innescate dal possibile ingaggio di Crozza, poco amato sul fronte del Pdl".

Dopo le polemiche sorte per l'alto ingaggio di Fabio Fazio, la Rai non se l'è sentita di spendere altri soldi per un comico molto amato dal pubblico, ma assai antipatico alla politica, per la sua satira pungente e dissacrante, nonchè molto attuale considerando la pochezza della classe dirigente e politica dell'Italia odierna. Dunque potrebbe tornare in corsa La7 di Cairo per continuare a far lavorare su questa rete Crozza, a meno che il comico genovese non attenda che prenda corpo l'ipotesi del terzo polo tv, che dovrebbe aprire De Benedetti e il Gruppo Espresso grazie ai soldi che arriveranno da Mediaset dopo aver vinto la causa in tribunale.