CQ - Loria, "Toro, continuiamo a non subire gol"

05.09.2009 17:16 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.cronacaqui.it
CQ - Loria, "Toro, continuiamo a non subire gol"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giacomo Morini

Se il Toro non ha subito gol in queste prime due uscite di campionato il merito è anche suo. Simone Loria non cerca gloria personale e condivide l’attuale buon momento del gruppo insieme ai compagni: «Se non abbiamo preso reti il merito è di tutti. Sembra una frase fatta, ma è la realtà: lavoriamo bene e tutti andiamo nella stessa direzione», spiega l’ex centrale della Roma.

OCCHIO A QUEI DUE
Domani sera però, a Brescia, la retroguardia granata sarà messa sotto pressione come mai era accaduto finora. Le Rondinelle dovrebbero schierare dal 1’ la coppia Possanzini-Flachi: «Sono giocatori importanti. Flachi ha dimostrato molto in serie A, Possanzini fa la differenza in serie B: è una coppia su cui occorre la massima attenzione», avverte. E per lui, che è anche un’ex giocatore dell’Atalanta, Brescia-Toro ha un sapore di derby: «Non è un derby, ma da ex atalantino mi farebbe piacere vincere domenica, ma a parte questo comunque io ci terrei a mettere al sicuro altri tre punti per il bene del Toro e della sua classifica», spiega il difensore.

VOGLIA DI VINCERE
La voglia di vincere del gruppo, tuttavia, non si limita al match di domani sera: «È una squadra forte questa - assicura Loria -, una rosa determinata ad affermarsi. C’è chi ha voglia di riscattarsi dalla retrocessione dell’anno scorso e chi è arrivato qui col chiaro intento di vincere un campionato». Elogio particolare a chi, come lui, ha deciso di scendere di categoria: «Non è facile dire di sì alla B quando hai giocato per molto tempo in serie A. È facile accettarla però se sei determinato a dimostrare che l’anno precedente è stato solo un caso», chiosa l’ex Roma.

EMOZIONE TORINO
Cresciuto a Torino (città che ha lasciato a 18 anni), ci è tornato dopo 15 anni, per riscattarsi e riportare in serie A la squadra granata, con la quale ha esordito (in casa) lunedì scorso, contro l’Empoli: «Giocare in questa città, per chi come me ci è cresciuto, è un’emozione. All’inizio - ricorda - mi sembrava tutto strano, ma poco dopo mi sono sentito subito a casa: ora, in particolar modo, non voglio fallire il raggiungimento di un obiettivo sportivo nella città in cui sono cresciuto».

GOL E CONCORRENZA
Contro l’Empoli, inoltre, è andato a segno il suo compagno di reparto, Francesco Pratali, in gol con una specialità che ha però caratterizzato la carriera di Loria: «Non lo devo rincorrere. Se arriva qualche rete bene, altrimenti - spiega Loria - vivo serenamente allo stesso modo: l’importante è continuare a non prendere gol e per questo obiettivo sacrificherei la mia voglia di segnare».

 

 

Andrea Scappazzoni