Cairo non ha ancora deciso il futuro di Bianchi

14.07.2012 08:34 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.gianlucadimarzio.com
Cairo non ha ancora deciso il futuro di Bianchi
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Urbano Cairo ha fatto il punto sul mercato a Sky Sport 24. In primis ha parlato di Ogbonna: “Sostituirà Thiago Silva? Lo voglio assolutamente tenere e lui è contento di rimanere. Ha un contratto fino al 2014, non vogliamo cederlo. Con Galliani non ne abbiamo parlato. Ventura e lui stesso ci tengono che resti qui per questo primo anno in Serie A. Mesbah? C’è l’accordo con il Milan, abbiamo firmato i bolli e tutto. Non è che non voglia venire al Torino, è che ha avuto un’offerta dal Marsiglia, che per lui è importante perché è di origine algerina. Il Marsiglia però ora si è ritirato".

Sulle new entry ha detto: "Gazzi? E’ un pallino di Ventura, lo seguiamo da tempo. Lui e Gillet li volevamo prendere già l’anno scorso. Rubin ha accettato di buon grande l’ipotesi Siena. Antonelli lo ha voluto fortemente. Sono convinto che Rubin nel 3-5-2 possa esprimersi al meglio, per lui è una grande opportunità. Noi abbiamo un gioco per cui è meno adatto, ma ci puntiamo e per questo l’abbiamo dato in comproprietà. Il mister mi ha chiesto in tutti i modi anche Santana, siamo contenti. Sansone ha fatto grandi cose in Serie B e aveva tanta voglia di venire al Torino".

Il punto sulla situazione è positivo: "Oggi il Toro è una delle prime quattro squadre per acquisti. Siamo riusciti a dare al mister una rosa fatta all’80 per cento entro il ritiro. Difensore centrale, terzino sinistro, centrocampista, esterno e attaccante potrebbero essere le lacune e i giocatori che cerchiamo. Pazienza? E’ un giocatore con qualità importantissime. E’ una delle opportunità che abbiamo, ci ragioneremo. E’ stato juventino solo per poco tempo, ai nostri tifosi non dispiacerà. Su Pato Rodriguez ci sono ancora speranze, vuole il Torino. Non è detto che non si possa aggiungere a Sansone e Santana per l’attacco".

La parte più delicata riguarda il futuro di Rolando Bianchi: "C’è un buon rapporto, vedremo. Sono affezionato a lui, bisogna vedere se c’è la volontà da parte sua. Insieme a lui decideremo per il meglio. Piace all’estero, piace anche in Italia, vedremo. Non ho dato Bianchi né al Parma né al Catania in passato".

Infine una battuta su Canini: "Non entriamo in queste cose, a volte il mercato riserva delle delusioni e non parlo del giocatore. Per il Derby saremo carichi a mille”.