Bianchi tra sogni e realtà

15.07.2010 16:40 di Marina Beccuti   vedi letture
Bianchi tra sogni e realtà
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Rolando Bianchi non ha mai smesso di sognare la Nazionale ma in B sarà difficile poterla anche solo sfiorare, nonostante al timone ci sia ora Cesare Prandelli che arriva dalle giovanili dell'Atalanta proprio come Rolandinho. "Il mio sogno fin da bambino è quello di indossare la maglia della Nazionale, un obiettivo che continuo ad inseguire vista la mia età. Certo, giocare in serie B mi penalizza, ma sono pronto a raddoppiare gli sforzi per fare ancora meglio dei 26 gol realizzati nella passata stagione e tagliare, così, al più presto il traguardo della promozione con il granata addosso", ha detto il capitano a La Stampa.

Per Bianchi il Torino è ormai una famiglia, anche se qualcuno ha osato infamarlo: "Stiamo parlando di una ristrettissima minoranza. Sì, comunque mi ha fatto male lo stesso sentirmi dare dell’infame: vorrei guardarli negli occhi mentre dicono certe cose. Io, infame non lo sono mai stato e mi sembra che per questa maglia ho dato sempre tutto quello che avevo". Il fatto che sia rimasto ne è una testimonianza. Solo un'offerta vantaggiosa per tutti potrebbe far vacillare la sua permanenza in granata. Un'ipotesi remota, perchè il capitano ha deciso di remare nella giusta direzione.