Beretta"La cura del calcio?Lo stadio di proprietà"

18.09.2009 18:29 di Raffaella Bon   vedi letture

È importante consolidare un forte rapporto con quello che si fa, con amore per la qualità ed è quello che ho riscontrato in tutti i presidenti delle società di A e B. Anche questo - ha ricordato Beretta -è un settore che deve avere le sue compatibilità, le sue sostenibilità che gli consentono di essere forte ed autonomo e di non dovere nulla a nessuno, e quindi - ha proseguito - giiocare un ruolo di grande protagonista». Così come succede nel mondo industriale, anche nel calcio, secondo Beretta «occorre guardare con attenzione ai meccanismi economico fiscali, che non devono essere penalizzanti rispetto al resto d'Europa. È evidente che non possiamo sottovalutare quanto, il complesso di condizioni economiche, normative e fiscali, possano impattare nella competitività anche sportiva. Per questo - ha concluso Beretta - occorrono alcune riforme coraggiose, come quella, appunto, degli stadi di proprietà». (Ros/Lr/Adnkronos)