Antenucci: "Avevo già deciso, solo il Toro per me"

Dall'inviata alla Sisport
24.01.2011 17:00 di Marina Beccuti   vedi letture
Antenucci: "Avevo già deciso, solo il Toro per me"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Anto.Abbate/TuttoLegaPro.com

Era ormai un giocatore del Torino da alcuni giorni ed oggi è stato il grande giorno della presentazione. Snello e con un fisico nervoso, Mirco (con la c e non la k) Antenucci (numero 22) ha un sorriso contagioso e, oltre ad essere bravo in area avversaria, appare come un ragazzo semplice e disincantato. La parentesi catanese non è stata delle migliori, tanti invece i ricordi di Ascoli: "L'anno scorso è stata una stagione stupenda, mi sono trovato bene sotto tutti i punti di vista, anche da quello ambientale, che aiuta a farsi trovare pronti in campo. Quest'anno mi aspettavo di fare meglio, l'anno scorso ho segnato 24 gol, a Catania sono arrivato ed ho subito segnato, creando forse troppe aspettative su di me. Ma giocavo da esterno di centrocampo, mentre io sono una seconda punta. Poi c'è stata anche la grana del rinnovo contrattuale, tutte questioni che hanno un po' influito sulla mia condizione. Il Torino mi seguiva da tempo, poi è arrivata l'Atalanta negli ultimi mesi, ma la mia scelta l'avevo già fatta".

L'attaccante con l'orecchino sa di doversi giocare il posto con la tanta concorrenza che troverà in zona d'attacco: "Nel calcio il posto fisso non ce l'ha nessuno, ma io avevo già deciso e trovato l'accordo con il Torino. Ringrazio il presidente ed il direttore sportivo che hanno investito su di me. Questa è una maglia storica, importante, ho accettato subito, anche se Simeone mi ha utilizzato sabato, ma io ero già deciso a venire qui. Come già detto sono una seconda punta che ama buttarsi negli spazi, per cui credo di poter giocare a fianco di Bianchi. Nel modulo di Lerda mi vedrei bene come punta o appena dietro". Petrachi ci tiene a sottolineare che Antenucci non è arrivato come vice di Bianchi (questo ruolo, salvo sorprese, sarà ancora di Pellicori), ma come spalla del centravanti bergamasco.

"Il mio impegno sarà al massimo, per me essere qui è un onore. Non mi pongo obiettivi. Si può arrivare a qualsiasi posizione, in B bastano quattro, cinque partite di fila dove si ottengono risultati utili per fare un bel salto in avanti. Questa è una delle squadre più forti della B. Poi è chiaro da fuori non è semplice rendersi conti della situazione", ha continuato l'attaccante.

Antenucci spiega anche com'è fuori dal calcio: "Sono un ragazzo tranquillo, all'inizio un po' timido, sono sposato, ho un cane carlino, Lux, mi piace andare al cinema e leggere libri. Stasera comincerò a cercare casa. Spero di rimanere qui a lungo, ho amici tifosi del Toro che mi hanno spiegato la storia, sono rimasto affascinato da tutto questo, per cui spero proprio di fare qualcosa di importante per questi colori".