Allarme Coronavirus. Malagò: "Serie A? Soluzione è far slittare il calendario"

02.03.2020 11:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Radio Rai e Tmw
Giovanni Malagò
TUTTOmercatoWEB.com
Giovanni Malagò
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha parlato a Radio Rai durante la trasmissione "Radio Anch'io Sport”: "Sono ore convulse, non c'è dubbio, questa criticità è un evento più unico che raro. Sono entrate in campo molte ipotesi, qualche errore è stato fatto, ma quello più grande che si potrà fare è quello di non andare avanti in questo modo. Bisogna trovare una strada chiara da seguire. Mercoledì ci sarà l'assemblea di Lega e dovrà essere trovata una soluzione. Già negli anni precedenti ci sono stati problemi per una giornata, credo che si debba procrastinare tutto il calendario per non far pensare a nessuno che il campionato possa essere falsato".

Mercoledì sarà il padrone di casa al CONI.
"Saluterò tutti come sempre, ma poi saranno gli altri a prendere le decisioni. Personalmente sono dell'idea che si debba recuperare le partite del weekend che ci siamo appena lasciati alle spalle. La Juventus non avrà la Champions la prossima settimana e l'Inter avrebbe tre giorni per recuperare. Per questo credo che lunedì 9 possa essere la data giusta per la gara".

Pensa che il calendario sia troppo denso?
"Partiamo dal fatto che l'emergenza è nazionale e onestamente stiamo esasperando la crisi del mondo del calcio. Questo è tristissimo e non fa onore al nostro paese, anche in altri sport ci sono problemi. Il tema è molto semplice: in Inghilterra e Francia hanno anche un'altra coppa. In Italia il problema è soprattutto politico

Pensa che si siano prese decisioni troppo tardi?
"Credo di sì. I tempi non sono chiari ma credo che questa esperienza farà rivedere anche queste cose. La mentalità è quella che ognuno voglia dire la sua".

Tokio 2020: qual è la situazione?
"Non sono né preoccupato né non realista. Mi devo confrontare con il Comitato organizzatore di Tokio, che ha detto che non ci sono problemi per il momento. Poi con il presidente del CIO: anche per lui ci sono zero problemi. Per quel che riguarda la Cina l'idea potrebbe essere quella di farli arrivare molto prima per farli stare in quarantena prima dell'Olimpiade".

Pensa che Juve-Inter si giochi davvero il 9 marzo?
"Il governo sulla decisione di quando si gioca non c'entra nulla, la data è di competenza della Lega".