Museo del Toro messo “in protezione”

07.12.2022 11:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tuttosport
Museo del Toro
Museo del Toro

Il Museo del Toro, che va sempre ricordato esiste perché dei volontari di fede granata lo hanno allestito e ne assicurano l’esistenza, ha rinnovato l’intesa per altri cinque anni con la città di Grugliasco che dal 2008 a Villa Claretta Assandri lo ospita, prima era a Superga. Il tutto in attesa che al Filadelfia sia completato il terzo lotto che appunto, come da accordi presi al momento del rifacimento dello storico impianto che vede allenarsi la prima squadra, deve ospitare il Museo del Toro.

Il presidente del Museo, Domenico Beccaria, ha così dichiarato a Tuttosport: “Ho chiesto alla Città di Grugliasco di rinnovare per altri 5 anni il contratto di concessione in uso e gestione di Villa Claretta (era in scadenza a fine anno, ndr), in modo da consentirci di lavorare con maggior tranquillità al completamento del 3° lotto al Filadelfia e al contestuale e auspicato trasferimento del Museo» (nella foto l’accordo firmato). «Devo ringraziare per la sensibilità Emanuele Gaito, terzo sindaco bianconero grugliaschese ad aiutarci dopo Mazzù e Montà, e il suo assessore allo sport, il granatissimo Dario Lorenzoni, per aver prontamente risposto. Se poi la Fondazione Filadelfia lavorerà con tempi più celeri, avremo la facoltà di anticipare la fine della nostra presenza a Grugliasco, anche se con una punta di rammarico visti tutti questi anni di splendida collaborazione. Ovviamente questa non deve diventare una scusa per la Fondazione per rallentare l’iter di completamento e trasferimento del Museo al Fila”.