Down Memory Lane: il Toro ai tempi di Ventura, contro la "sua" Samp

19.09.2019 10:17 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Down Memory Lane: il Toro ai tempi di Ventura, contro la "sua" Samp

Il Viale dei Ricordi, quello della suggestiva forma idiomatica anglofona, ci porta a visitare un passato recente, il quale però, per via di quanta acqua è già passata sotto i proverbiali ponti, appare già lontanissimo, ai limiti del faticoso da ricordare. Si parla di quel ciclo che, seppur denigrato da molti, forse anche con troppa severità, e probabilmente per via della successiva mancata qualificazione a Russia 2018, ha comunque caratterizzato il Toro, e alcuni dei suoi momenti migliori, lungo il decennio che va a chiudersi: quello targato Gian Piero Ventura.

Ora impegnato nell'avventura su un'altra panchina granata, quella della Salernitana, Ventura, tifoso sampdoriano D.O.C., da tecnico del Toro i blucerchiati, Marassi, li ha affrontati per tutte e cinque le stagioni trascorse all'ombra della Mole. La prima, in Serie B, nel 2011/12, terminò con una vittoria in rimonta, firmata Bianchi e Suciu. Entrambe promosse nella massima serie, circa un anno dopo si ritrovano di fronte, per un 1-1 derivante dai rigori trasformati da Pozzi, per i blucerchiati, e dal solito Bianchi. Ancora un pareggio la stagione successiva, questa volta un 2-2: a Immobile e Cerci, che condurranno il Toro alla qualificazione in Europa League a suon di gol e assist, rispondono l'ex-granata Sansone e, nel recupero, Eder, anch'egli su calcio di rigore. Per la prima volta nella gestione Ventura, successivamente, il Toro esce sconfitto dal Ferraris tinto di blucerchiato: secondo turno del 2014/15, i granata, dopo aver fermato l'Inter tra le mura amiche al debutto, soccombe alle reti di Okaka e Gabbiadini. Bisognerà poi aspettare circa un anno e mezzo per un nuovo Samp-Toro di campionato: il 3 febbraio 2016 i granata rimontano per due volte a un temporaneo svantaggio. 2-2 il finale, doppietta di Belotti (il secondo gol nel recupero della ripresa), che risponde prima a Muriel, poi a Soriano, a sua volta poi passato dal Toro, brevemente e infruttuosamente.

Bilancio decisamente positivo per Ventura, trattandosi di trasferte: una vittoria, tre pareggi, una sola sconfitta. Curiosità: tre delle cinque sfide si sono disputate proprio nel mese in corso, quello di settembre (il 30 l'1-2 cadetto del 2011/12, il 23 l'1-1 della stagione successiva, il 14 il 2-0 per la Samp del 2014/15).