Beccaria: “Giorgio Ferrini: una bandiera che non sventola più”

L’8 novembre 2020 “annus covidi”, in uno stadio vuoto, ma forse è meglio così, per ricordare ed onorare il suo Capitano nel quarantaquattresimo della sua morte, il Torino FC ha...boh, non mi viene in mente una parola calzante
10.11.2020 13:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Torinoggi.it
Domenico Beccaria
TUTTOmercatoWEB.com
Domenico Beccaria
© foto di Elena Rossin

Domenico Beccaria, giornalista, presidente del Museo del Toro, consigliere della Fondazione Filadelfia nonché tifoso granata, nella rubrica “Immortali” del sito Torinoggi.it ha ricordato Giorgio Ferrini, a 44 dalla scomparsa. Ecco che cosa ha scritto:

“L’8 novembre 1976, dopo un tira e molla di vane speranze, si spegneva a Torino Giorgio Ferrini, 566 presenze in maglia granata, una fascia di capitano ereditata da Enzo Bearzot e portata con onore per tanti anni.

Nell’immaginario collettivo del Popolo Granata, è “il Capitano” per eccellenza, più ancora dell’Immortale Valentino Mazzola, proprio per quelle sue doti di tenacia, coraggio, dedizione, attaccamento alla maglia, che nel secolo di storia granata sono state sempre un tratto distintivo, un fiore all'occhiello, una bandiera mai doma ed ammainata.

L’otto novembre 2020 “annus covidi”, in uno stadio vuoto, ma forse è meglio così, per ricordare ed onorare il suo Capitano nel quarantaquattresimo della sua morte, il Torino FC ha...boh, non mi viene in mente una parola calzante, il Crotone. Affrontato è un termine che farebbe presupporre anche solo un minimo di animus pugnandi, cosa che …

Per continuare a leggere quanto scritto da Beccaria cliccare sul seguente link:
https://www.torinoggi.it/2020/11/10/leggi-notizia/argomenti/immortali/articolo/giorgio-ferrini-una-bandiera-che-non-sventola-piu.html