Carlo Nesti-Simone Toninato – Sondaggio-mercato: cosa prevede il popolo del Web – 1) Rugani: in prestito. 2) Witsel: Milan. 3) Gundogan: Napoli o Juve

23.12.2015 11:14 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Carlo Nesti-Simone Toninato – Sondaggio-mercato: cosa prevede il popolo del Web – 1) Rugani: in prestito. 2) Witsel: Milan. 3) Gundogan: Napoli o Juve
TUTTOmercatoWEB.com

In occasione del mercato di gennaio, è interessante verificare quali sono gli acquisti maggiormente pronosticati, sia dalle testate specializzate, sia dal popolo del Web.

 

Per questo motivo, insieme con il collaboratore Simone Toninato, realizziamo una sorta di “ricognizione periodica”, per capire come si muovono le ipotesi degli “addetti ai lavori”, e gli umori dei “non addetti ai lavori”

 

Simone, cosa si prevede, a livello mediatico?

 

“Ciao Carlo, il mercato non è ancora iniziato ufficialmente ma a bollire in pentola c’è già tanto. Il Milan, per esempio, si è sbarazzato di Suso e si sta muovendo per Witsel, il palermitano Vazquez e Banega. Sul centrocampista del Siviglia pare ci sia anche la Juve, che intanto sogna (ad occhi aperti) Lavezzi. Le sue quotazioni sono in rialzo. Vive anche le idee Gundogan e Moutinho, insomma “viva l’Italia”. L’Inter domenica le ha prese dalla Lazio e cerca di vendicarsi strappando a Lotito sia Biglia che Candreva, mentre il Napoli è pronto a far follie per Klaassen, trequartista ventiduenne dell’Ajax. Chiudo con due scaricati di lusso. Il primo è Pepito Rossi: la Fiorentina lo ha aspettato a lungo e adesso Sousa può farne a meno (il portoghese ha richiesto Xhaka, mediano del Basilea). Il secondo è Iturbe: pagato 23,6 milioni dalla Roma, che è passato in breve tempo da campione a presunto bidone. Un torinese romano quale era Renato Rascel cantava “Arrivederci Roma”. L’argentino è già volato in Inghilterra”.

 

Cosa si prevede, invece, a livello popolare?

 

“A livello popolare la situazione è più calma. Si dice sempre che l’Italia sia un paese di allenatori ed è un concetto terribilmente vero. Ti confesso che in base a ciò che ho notato negli ultimi giorni, nell’italiano medio sembra essersi consolidata una sola filosofia: “meglio avere dei giocatori da ‘allenare’ (meglio ancora da criticare), piuttosto che scovarne di nuovi”. Il concetto di Manager, tanto caro ai britannici, evidentemente è ancora un po’ distante dalle nostre realtà. Eppure in questo momento l’emblema di tecnico factotum è proprio un uomo di casa nostra, il buon vecchio Claudio Ranieri. “Mou” lo sa bene e tu ne hai già parlato. Le voci sono pressoché identiche a quelle di sette giorni fa, con Rugani associato, in prestito, a molte squadre, e con la differenza che di Witsel, adesso, non ne parla più solo il pubblico. Discorso simile per Gundogan, avvicinato al Napoli da qualcuno (di fede partenopea?) ma che abbiamo scoperto essere corteggiato anche dalla Signora. È proprio vero Carlo, il mondo è cambiato, non è più l’uomo a fare la prima mossa”.

Se volete partecipare al sondaggio, anche con la soddisfazione di leggere il vostro nome, in una classifica di pronostici sugli acquisti, digitate l’indirizzo del NESTI Channel: www.carlonesti.it.

 

 

Seguitemi nel NESTI Channel: http://www.carlonesti.it.