Belotti al San Paolo potrebbe non giocarci più da avversario

29.02.2020 13:15 di Redazione TG   Vedi letture
Fonte: F. Tarantino per tuttonapoli
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Belotti al San Paolo potrebbe non giocarci più da avversario

Il Napoli vuole Andrea Belotti. Piace da tempo l'attaccante del Torino. È stato valutato qualche anno fa, Cairo non l'ha mai voluto cedere e De Laurentiis non è mai andato oltre una curiosa richiesta. In estate, la prossima, qualcosa potrebbe cambiare. Il suo destino è parallelo a quello di Milik. Se il polacco non rinnova, sarà ceduto. Se va via, ne arriva un altro. Oltre Petagna, che intanto è già stato preso. Aspettando novità sul rinnovo di Mertens. 

PUBBLICITÀ



OBIETTIVO - Belotti, osservato speciale di questa sera, è uno dei primi nomi nell'elenco di Giuntoli. Un attaccante - stimato da Gattuso - che da anni sembra pronto ad esplodere ma che puntualmente si ferma un attimo prima. I numeri restano rassicuranti, così come le sue qualità. Belotti ha sempre raggiunto la doppia cifra col Torino, ci riuscirà anche quest'anno dato che è a quota 9 in campionato. Pochi, complice la stagione negativa della sua squadra. In totale ha segnato 85 gol in cinque anni, l'apice della sua avventura granata le 26 reti in Serie A nella stagione 2016/17. Non s'è più ripetuto. 

IDENTIKIT - Belotti, contratto in scadenza nel 2022, è un attaccante potente, forte fisicamente, bravo di testa, abile a far salire la squadra, con un gran tiro. Vede la porta, è un killer d'area di rigore, non è bravissimo nel gioco palla a terra, nello stretto fa fatica, ma attacca come pochi il primo palo, è una prima punta classica che calcia bene coi due piedi. Ciò che occorre. Il Napoli lo conosce bene e continuerà a studiarlo. Anche stasera. Sperando in una serata negativa. Gliene capitano tante nel corso di una stagione. Uno dei limiti da correggere. Magari da domani.