Zaccarelli: "Per il salto di qualità ci vuole continuità di risultato e di prestazione"

28.12.2018 19:28 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 2514 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Zaccarelli: "Per il salto di qualità ci vuole continuità di risultato e di prestazione"

Renato Zaccarelli, ex giocatore granata e attuale commentatore di Sky, è stato interpellato da Lazio Style Radio per parlare del prossimo impegno granata contro la squadra di Simone Inzaghi.

“L’obiettivo attuale del Torino è quello di centrare l’Europa League. La Società ha compiuto investimenti importanti come Zaza e Soriano per competere per la competizione continentale. La partita con la Lazio sarà lo spartiacque per capire il destino dei granata. Mazzarri sta ancora cercando gli equilibri e la quadratura del cerchio per dare una fisionomia precisa alla squadra, bisognerà vedere come affronterà la trasferta dell’Olimpico, se con la coppia Iago-Belotti o il tridente completo".

Zac si è poi soffermato sulle condizioni di Andrea Belotti, che sta tornando quello ammirato due anni fa: "Si è infortunato l’anno scorso e la delusione di non essere arrivato al Mondiale con l’Italia ha fatto in modo che il giocatore si perdesse un po’. Nelle ultime prestazioni che ha disputato ha giocato bene, il Gallo dell’ultimo mese e mezzo è quello che più si sta avvicinando al giocatore ammirato due stagioni fa".

L'ex granata ha poi parlato dei difetti di questo Toro: "E' una squadra fisica che ha costanza di rendimento durante la partita, a mio parere manca un cambio di velocità, un guizzo che permetta di cambiare il ritmo del match. Su questo punto si può migliorare senza problemi. La squadra è costruita per fare bene sulle corsie laterali, penso a De Silvestri, Ansaldi e Aina. La difesa con i tre centrali mi rende tranquillo e soddisfatto, sono tutti giocatori di grande esperienza ed affidabilità. Con Sirigu in porta posso tranquillamente dire che il pacchetto difensivo dei granata è di qualità ed esperienza. Mazzarri varia di più gli interpreti per trovare ogni volta il Toro migliore. Ci vuole continuità di risultato e di prestazione per compiere il salto di qualità. I granata soffrono di più nelle partite casalinghe, nelle trasferte riescono a dare il meglio. Baselli è un giocatore importante, insieme a Meitè e Rincon offre sempre prestazioni solide e convincenti anche se in alcuni casi dovrebbe essere più ‘spavaldo’”.