Sordo: "Abbandonato dal calcio ma la vita continua"

08.07.2020 16:44 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Sordo: "Abbandonato dal calcio ma la vita continua"

Gianluca Sordo come Dante Bertoneri. Dalle giovanili granata alla prima squadra, esperienze altrove, anche il Milan nella carriera del centrocampista carrarese, classe '69, poi il nulla. Nella lunga intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di TMW Sordo ha proprio sottolineato il fatto che il calcio si è dimenticato di lui.

"Sono stato abbandonato, nessuno si è fatto vivo, nemmeno dopo l'incidente del 2005. Fino a che ci sono ancora dei soldi di mezzo ti chiamano, poi il buio. Ma la vita continua. Resto un tifoso e appassionato di calcio, ma nessun dirigente si è più fatto vivo con me".

Nel 2005 Sordo fu colpito in una rissa davanti ad una discoteca di Marina di Massa e rimase in coma per qualche tempo. In una precedente intervista il primo indiziato di questo abbandono fu Massimiliano Allegri, il suo ultimo mister ai tempi dell'Aglianese, reo di non averlo mai più cercato dopo l'incidente.

Sordo ha poi analizzato il Milan ma non il Torino, anche perchè ha ammesso di essere un tifoso juventino, per cui ha preferito parlare della squadra bianconera e di Sarri. Un nemico in casa granata negli anni scorsi e dire che è stato tanto amico di un granata doc come Gianluigi Lentini.