Roma, Fonseca (per ora) "salva" Petrachi. Alta tensione per il diesse

06.02.2020 11:18 di Claudio Colla   vedi letture
Roma, Fonseca (per ora) "salva" Petrachi. Alta tensione per il diesse
TUTTOmercatoWEB.com

Stando a quanto riporta l'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, sarebbero in netta crescita le problematiche che coinvolgono Gianluca Petrachi e l'ambiente di casa Roma. Approdato nei ranghi societari giallorossi l'estate scorsa, dopo un lungo e controverso addio al Toro, consumatosi lungo gli ultimi mesi dello scorso campionato, dopo un decennio in granata, Petrachi avrebbe redarguito i giocatori con toni giudicati eccessivamente ruvidi dagli stessi. Al punto di rendere necessario, nell'intervallo di Sassuolo-Roma di sabato scorso, l'intervento del tecnico Paulo Fonseca, chiamato a calmare le acque tra il diesse e la rosa capitolina. Il tecnico lusitano avrebbe così addirittura invitato a Petrachi ad abbandonare lo spogliatoio, per evitare che la situazione degenerasse in un alterco.

Ancora legato alla Roma da quasi due anni e mezzo di contratto, per Petrachi c'è molto in ballo, alla stagione di debutto da stratega giallorosso. È ragionevole pensare che se i capitolini non centrassero l'obiettivo quarto posto in campionato, e se il restante percorso in Europa League (già peraltro sfumata la Coppa Italia) si traducesse in un'eliminazione antecedente all'accesso al vivo della competizione (il raggiungimento dei quarti di finale si presume siano in tal senso il punto d'equilibrio), un divorzio anticipato potrebbe entrare nell'ordine di idee della nuova proprietà. Anche sulla scia di una gestione difficile dei casi legati a Spinazzola, alla partenza di capitan Florenzi, al mancato arrivo di Politano. Il tutto insieme a innesti finora solo in parte all'altezza delle aspettative (Veretout, Mancini, Mkhitaryan), il capolavoro Smalling che rischia però di non poter essere confermato, e le permanenze dei gioielli di famiglia, Pellegrini e Zaniolo, che potrebbero complicarsi, sempre qualora i suddetti obiettivi minimi non siano raggiunti.