Mandorlini: "Inter, affidati a Marotta. Serve il terzo posto"

14.02.2019 01:43 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
Mandorlini: "Inter, affidati a Marotta. Serve il terzo posto"

Intervistato da TMW, Andrea Mandorlini, 58 anni, di nuovo fermo dopo l'esperienza alla Cremonese, vissuta tra l'aprile e il novembre del 2018, ha parlato ad ampio raggio di Serie A e B: "Dispiace per Icardi, ma è una presa di posizione della società che va accettata. Da fuori è difficile giudicare un momento come quello che l'Inter sta vivendo, ma è evidente che qualcosa non vada. Dispiace. Ma si pensa sempre a un futuro migliore. L’eliminazione dalla Coppa Italia e dalla Champions, il finale non è stato bellissimo. Puoi dare la colpa a quello o all’altro, ma cantano i risultati. Arrivare al terzo posto è basilare, importante. C’è da finire bene il campionato. Spalletti a rischio? Gli 'spifferi' all’Inter arrivano sempre. Ma è arrivato Marotta, il dirigente migliore che potesse arrivare, e ora si inizierà a tracciare un nuovo percorso. Marotta è il top, gli interisti possono stare tranquilli.

La Roma è partita bene, poi nell’arco di una stagione un momento negativo può capitare. Ora ha la possibilità di fare bene, credo stia già facendo molto in Europa. Come l’Inter, deve fare di tutto per mantenere il quarto posto. Nell’arco di un anno non si può sempre andare bene, lo fa solo una....

Il Verona? Ci sono le qualità per arrivare in fondo. La Serie B è lunga, ci sono tutti i margini per fare un bel campionato. La squadra è competitiva, ma i momenti negativi possono capitare. Le potenzialità tecniche, comunque, ci sono tutte. Il Brescia sembra avere una marcia in più rispetto a tutti. Il Palermo ha problemi societari, ma sul campo ha risposto presente. Lo scontro diretto di venerdì sarà importante, ma la Serie B è complicata. Io? Vedo tante partite, quasi tutte. Mi aggiorno”.