Granata nella storia: che fine ha fatto Luca Bucci?

15.09.2019 13:00 di Staff TG   Vedi letture
Fonte: Wikipedia
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Granata nella storia: che fine ha fatto Luca Bucci?

Luca Bucci, classe '69 , è un ex portiere italiano, affidabile, bravo a parare i rigori, fisico atletico e muscoloso, nonostante la sua statura non eccessiva. Comincia la sua carriera calcistica nel 1985, nasce e cresce nel Parma, ma durante i primi 5 anni della sua carriera matura poche presenze tra varie squadre in Serie B e C. Nel 1993 fa il suo esordio in Serie A con la maglia del Parma, dove resta fino al 1997. In quattro stagioni, colleziona 97 presenze e subisce 91 reti. Grazie alla sua esperienza in Emilia-Romagna viene convocato in nazionale, dove gioca per 3 anni come titolare fino all'arrivo del diciottenne Gigi Buffon.

Nel 1998 approda al Torino a titolo definitivo dove rimane fino al 2003. Gioca titolare per ben 175 partite tra Serie A e Serie B. In 6 anni al Toro colleziona 161 presenze e 181 gol subiti in campionato; in Coppa Italia 10 presenze e 13 gol subiti. Luca Bucci può essere definito un "Cuore Toro" per la sua dedizione alla squadra ed è per questo che i tifosi lo hanno acclamato. Ha avuto inoltre dei diverbi con l'altra squadra di Torino, la Juventus, nemica del Toro da sempre. Uno a riguardo è la partita di Coppa Italia del '96 che si concluse 1-0 per i bianconeri. Questo gol viene contestato in primo luogo da Bucci stesso, che si dirige verso il guardalinee pronto a fargli notare che c'era poca visibilità e che forse la palla non era entrata in rete.

Dopo l'esperienza in granata, passa all'Empoli per poi tornare al Parma, fino a quando, nel 2009, dopo un periodo da svincolato, viene acquistato dal Napoli con cui fa una sola presenza e subisce due reti.

A fine campionato, ormai quarantenne, si ritira dal calcio giocato, ma decide di rimanere a contatto con il mondo del calcio. Infatti, nel 2011 diventa preparatore dei portieri per il Parma e dal 2015 ad oggi è preparatore dei portieri del Bologna.