ESCLUSIVA TG- Vitiello (MilanNews): "Toro, Rodriguez può essere valore aggiunto. Squadra da plasmare sulle indicazioni di Giampaolo"

18.08.2020 18:00 di Marcello Ferron   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA TG- Vitiello (MilanNews): "Toro, Rodriguez può essere valore aggiunto. Squadra da plasmare sulle indicazioni di Giampaolo"

Nelle ultime settimane le strade di Torino e Milan in sede di mercato si sono spesso incrociate. Dall'affare Ricardo Rodriguez, cui ormai manca solo l'ufficialità per essere granata, al possibile interesse dei granata per Krunic e dei rossoneri per Meité e Nkoulou. Oggi, in esclusiva per TorinoGranata.it, ne abbiamo parlato con il collega di MilanNews.it  Antonio Vitiellio.

Antonio, per Rodriguez al Milan ormai manca solo l'ufficialità. Credi che il Torino possa essere squadra giusta per lui per rilanciarsi?

“Parliamo di un nazionale svizzero e di un giocatore che ha esperienza internazionale. Può essere un valore aggiunto per il Torino. Ha caratteristiche difensive, molto attento in fase di copertura e meno attivo in avanti. Se Giampaolo lo ha scelto è perché ha in mente un gioco adatto alle sue qualità. Al Milan nei primi due anni le ha giocate tutte, poi è arrivato Hernandez e ha perso subito il posto. Ha tentato il rilancio al Psv ma la chiusura del campionato ha fatto terminare prima l’esperienza in Olanda”. 

Oltre a Rodriguez sono stati accostati al Toro anche Calabria e soprattutto Krunic. Quanto sono fattibili secondo te queste trattative?

“Il Milan e il Torino ne hanno parlato e ne parleranno ancora. Calabria piace anche in Spagna e i rossoneri chiedono oltre 10 milioni di euro. Krunic un po' meno (arrivato per 8 milioni l’anno scorso dall’Empoli) ma sappiamo di altre società straniere interessate. Milan e Torino però potrebbe continuare a fare affari”. 

Il Torino è anche su due giocatori il cui contratto con il Milan è appena scaduto, ovvero Bonaventura e Biglia. Credi che uno dei due possa arrivare in granata?

“I contratti appena scaduti erano molto pesanti sotto l’aspetto economico. Se Biglia e Bonaventura dovessero accontentarsi della metà di ciò che percepivano in rossonero, allora si, potrebbe essere fattibile. Per Biglia non trascurerei nemmeno la pista argentina, potrebbe tornare in patria e chiudere la carriera. Ma Giampaolo lo vorrebbe al Toro e i granata ci stanno pensando. Bonaventura ha più mercato”. 

Anche il Milan sembra guardare in casa granata, si è parlato di Nkoulou e Meite, pensi siano solo voci oppure potrebbe esserci qualcosa di concreto?

“Al momento direi solo voci, nel senso che sono due giocatori che piacciono al Milan ma non c’è una vera e propria trattativa. I rossoneri sono concentrati sui rinnovi e sulle uscite”. 

Cosa ne pensi della scelta del Toro di affidarsi a Giampaolo per la panchina?

“E’ un allenatore a cui va concesso tempo, e al Milan devi fare le cose in fretta. E’ partito molto male in rossonero, probabilmente con una squadra che non si adattava al suo modo di giocare, così è stato licenziato dopo poche gare. Potrebbe riscattarsi al Torino ma la società deve plasmare il gruppo in base alle sue richieste, solo così potrà far bene”.