ESCLUSIVA TG – Il ds del Cagliari Carli: “Mai sentito nessuno del Torino per João Pedro”

10.06.2020 00:03 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Marcello Carli
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Marcello Carli

Marcello Carli è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Carli è il direttore sportivo del Cagliari ed è stato interpellato per fare chiarezza sulle voci molto insistenti che accostano di João Pedro al Torino.

Da parecchi giorni circola la voce che João Pedro possa lasciare il Cagliari per accasarsi al Torino e a suffragare il tutto ci sono le cifre della possibile operazione: il club granata infatti offrirebbe in cambio Zaza ed eventualmente Djidji più 10 milioni in modo da arrivare al valore di venti, cifra stimata per il cartellino del giocatore brasiliano che potrebbe convincere la dirigenza rossoblù a cederlo.

Per capire se effettivamente il Cagliari sarebbe intenzionato a dare via João Pedro e se il Torino ha già fatto pervenire un’offerta per il giocatore è stato contattato il direttore sportivo dei sardi Marcello Carli che senza giri di parole ha detto: “Il Torino non l’ho mai sentito e per noi João Pedro è un giocatore top e in questo momento non abbiamo nessuna trattativa con il Torino, questa è la verità”. Ribadendo: “Noi in società non abbiamo sentito nessuno e non è un problema perché João Pedro ce lo teniamo bello stretto”.

Più chiaro di così il ds del Cagliari non poteva essere, anche perché adesso il campionato sta per ripartire e João Pedro prima dell’interruzione, dovuta alla pandemia da Covid-19, stava facendo benissimo: 16 gol, 2 assist, 39 occasioni da gol create, 46 tiri e 9 passaggi chiave. E giusto per fare un paragone, Belotti di reti ne ha realizzate 9, anche lui 2 assist, 31 occasioni da gol, 47 tiri e 12 passaggi chiave (dati Lega Serie A).

Ma allora se il Cagliari vuole tenersi il giocatore, che è dal 1 settembre 2014 che è al club sardo, come si spiegano le insistenti voci che lo accostano al Torino? Premesso che le voci non sono inventate, la spiegazione più plausibile è che magari il giocatore potrebbe volersi confrontare con un’altra realtà, tanto più che il suo procuratore Marco Piccioli, come riportato da Tuttosport, ha detto: “Ora c’è da concentrarsi sul campionato, e il prossimo mercato sarà molto lungo (ufficialmente aprirà il 1 settembre e chiuderà il 5 ottobre, ndr). Detto questo, per João Pedro ho ricevuto diverse chiamate, e tra queste anche quella del Torino. Ora come ora. però, non c’è nulla di definitivo”. E’ evidente, quindi, che il Torino sia interessato al giocatore se ha contattato il suo procuratore, ma un’eventuale trattativa potrà partire solo se il club granata contatterà il Cagliari, visto che il brasiliano ha un contratto che lo lega alla società sarda fino al 30 giugno 2023.