ESCLUSIVA TG - Fabio Tricarico: "Fondamentale dare continuità ai risultati positivi"

12.08.2019 07:00 di Marcello Ferron   Vedi letture
Fabio Tricarico
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Fabio Tricarico

La redazione di Torinogranata.it ha intervistato in esclusiva Fabio Tricarico, ex calciatore che ha vestito la maglia granata dal 1996 al 2000 ed attualmente scout dell'Empoli. Tricarico ha parlato dell'inizio di stagione del Toro, del mercato, dei prossimi impegni in Europa League e delle prospettive della squadra di Mazzarri nel campionato che sta per iniziare.

Che impressione ha avuto da queste prime, vittoriose partite di Europa League del Torino?

"Ho visto un buon Toro, essendo ad inizio stagione ci sono ancora alcuni aspetti da migliorare ovviamente, e si devono trovare i giusti equilibri, ma ho visto ua squadra che ha lasciato sensazioni positive, soprattutto dal punto di vista dei risultati. Ora dovrà crescere ulteriormente in vista dei prossimi impegni europei e per l'inizio del campionato".

In queste prime gare ufficiali certamente una delle note positive è stata l'intesa tra Zaza e Belotti. Alla luce delle difficoltà incontrate da Zaza la scorsa stagione è rimasto sorpreso?

"L'intesa tra i due non mi ha stupito, poichè considero Zaza un ottimo attaccate, che con il giusto spirito di sacrificio, che sta mettendo in mostra in queste prime partite, può essere una risorsa molto importante per il Torino. Come detto, è un attaccante molto valido e sta dimostrando di poter giocare senza problemi al fianco di Belotti. La loro intesa è molto importante perchè è un'arma in più in attacco, poi starà a Mazzarri decidere se giocare con un attacco a due oppure a tre punte".

In Europa League, alla luce dei risultati dell'andata, sembra ormai certa la sfida contro il Wolverhampton nei playoff. Quali sono le sue impressioni su questa partita? Pensa ci sia una favorita?

"A mio parere è una sfida al 50%, non c'è una chiara favorita. Le due partite arriveranno in un momento clou per il Toro, proprio a ridosso dell'inizio del campionato, per cui saranno due sfide fondamentali anche nell'ottica di acquisire ancora più carica e fiducia per partire nel migliore dei modi anche in Serie A. Il Toro deve dare continuità, e fare bene su entrambi i fronti, anche se credo che il primo obiettivo della squadra di Mazzarri sia disputare nuovamente un campionato di alto livello, ma il passaggio del turno e l'accesso ai gironi di Europa League sarebbero traguardi importantissimi per dare ancora più carica all'ambiente".

Parlando di mercato invece, sono stati accostati diversi nomi ai granata, lei chi ritiene possa essere un rinforzo ideale per il Toro?

"Tra i nomi che sono stati accostati al Torino, io credo che Verdi abbia grande qualità, e possa esprimersi ad altissimi livelli quando ha una squadra alle spalle che lo supporta. Il Toro comunque ha un'ottima ossatura, come si è visto nella scorsa stagione, che necessita soltanto di qualche ritocco per essere migliorata, per cui credo che anche per questo motivo ancora non siano stati fatti acquisti. Ma Verdi può certamente essere un giocatore che fa al caso dei granata".

Guardando al campionato che sta per iniziare, a quale obiettivo può ambire la squadra di Mazzarri in questa stagione?

"Il Torino secondo me ha le carte in regola per poter disputare un campionato sul livello di quello dello scorso anno. Forse, con più continuità, potrebbe anche ottenere qualche punto in più, poi nel caso si vedrà se questo rendimento potrà permettere ai granata di lottare per la Champions League oppure per l'Europa League. Molto importante sarà dare continuità ai risultati positivi per dare ulteriore carica all'ambiente, perchè sappiamo quanto possono essere determinanti l'entusiasmo e il sostegno dei tifosi per trascinare la squadra".