ESCLUSIVA TG – Dossena: “Il Torino giocherà in modo più aggressivo e la Sampdoria ragionerà di più”

04.12.2016 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
ESCLUSIVA TG – Dossena: “Il Torino giocherà in modo più aggressivo e la Sampdoria ragionerà di più”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Pasquinucci

Giuseppe Dossena è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Dossena è un ex calciatore che giocò nel Torino dal 1981 al 1987 e nella Sampdoria dall’88 al ‘91, terminata l’attività agonistica è diventato dirigente e allenatore. Con lui abbiamo parlato della partita di oggi pomeriggio fra le sue ex squadre.

Quanto può essere importante la partita fra Sampdoria e Torino per le due squadre?

“Partita importante per entrambe perché sono due squadre che hanno da raggiungere traguardi importanti. Il Torino sta disputando una grandissima stagione e vincere significherebbe testimoniare ancora una volta il lavoro positivo che sin qui è stato fatto. E’ una partita nella quale si perde poco, ma si guadagnerebbe molto vincendola. In questo momento il Torino ha qualche cosa in più della Sampdoria, però, rimane sempre una trasferta difficile”.

Dal punto di vista tattico che partita si aspetta?

“Il Torino può giocare una partita aggressiva, mentre la Sampdoria un po’ più ragionata, però, i granata dovranno stare attenti a buttarla sull’aggressività perché fra i blucerchiati c’è Muriel e se gli si concedono metri diventa devastante e per questo motivo dovranno arginarlo”.

L’attacco del Torino è fra i più importanti della serie A con Falque, Belotti e Ljajic, ma nella Samp ci sono Muriel e un certo Quagliarella. Sarà una bella sfida fra reparti offensivi?

“Sì, nel Torino globalmente c’è più talento rispetto alla Sampdoria e in teoria ci sono più uomini in grado di colpire, però, tanto dipenderà da come si svilupperà la partita”.

Dopo le ultime partite Mihajlovic ha detto che il Torino non ha giocato bene nonostante le vittorie. Le grandi squadre vincono anche quando sono in difficoltà, ma è anche un monito a stare più attenti per evitare batoste. I granata devono stare in campana?

“Sì, ma ci può anche stare di non giocare bene e fare punti perché il Torino è una squadra che sta crescendo molto e, quindi, non è detto che si debba sempre giocare bene per vincere. Molte volte ci si fortifica e si diventa una squadra vera anche con vittorie come quelle che ha ottenuto il Torino, magari non meritate, ma portando a casa il risultato. Come dicevo, è un momento di crescita anche questo”.

L’obiettivo posto da Mihajlovic di conquistare un posto utile per l’Europa League è alla portata?

“Assolutamente sì, ci sono le condizioni per centrare quest’obiettivo”.

Un pronostico per Sampdoria-Torino?

“Una partita più che mai aperta, da tripla. Le due squadre sono in grado di colpire e ferire l’avversario perché hanno la qualità per poterlo fare”.