ESCLUSIVA TG – Bernardini: “Immobile è nelle mire della Lazio e piace anche Ventura”

16.04.2016 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
ESCLUSIVA TG – Bernardini: “Immobile è nelle mire della Lazio e piace anche Ventura”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Emiliano Bernardini è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Bernardini è redattore del quotidiano “Il Messaggero” e segue la Lazio, con lui abbiamo parlato dell’interesse della società di Lotito per Ciro Immobile e Giampiero Ventura.

Le voci che riguardano l’interessamento della Lazio per Immobile sono vere?

“La Lazio ha sicuramente bisogno di un attaccante, in realtà di due, e per almeno uno vuole provare a chiudere la trattativa già prima dell’inizio del mercato. Un profilo come quello di Immobile certamente interessa molto e so che l’agente, Sommella, ha già scambiato qualche parola con la Lazio e Immobile è un giocatore che piace tanto”.

Piace quindi per le caratteristiche tecniche che ha?

“Sì, assolutamente. Fra l’altro è italiano ed è giovane quindi rappresenta un’ottima occasione. Poi con la Lazio non si può mai dire perché intavola trattative estenuanti con qualsiasi altra società, ma poiché l’attaccante del Torino interessa molto alla Lazio il club di Lotito non demorderà facilmente”.

Il cartellino d’Immobile è del Siviglia e il Torino ha un’opzione per il riscatto fissata a 11 milioni di euro e Cairo vorrà sicuramente uno sconto e anche lui è rinomato per trattative lunghe ed estenuanti. Come pensa la Lazio d’inserirsi fra il Torino e il Siviglia?

“E’ difficile da dire, ma potrebbe avere già un accordo con il Torino e aver fissato il prezzo del cartellino così il club granata lo riscatterebbe dal Siviglia sicuro dei soldi che riceverà poi dalla Lazio”.

Ammettiamo che il Torino ottenga uno sconto dal Siviglia e riesca a pagare Immobile tra gli 8,5 e i 10 milioni, è certo che poi Cairo a Lotito chiederà di più. La Lazio è disposta a pagare il giocatore più di quello che spenderà il Torino?

“Credo che la Lazio sia disposta a spendere per Immobile al massimo 10-11 milioni, non di più. La “partita” si gioca sullo sconto, ma non so quanto il Torino voglia guadagnare con Immobile e non bisogna scordare che esistono le contropartite o comunque l’inserimento negli accordi di altri giocatori che possono interessare il venditore, in questo caso il Torino. La Lazio quest’estate farà una rivoluzione nella rosa, come da indicazioni che arrivano direttamente da Lotito, molti big andranno via e sono molti i giocatori che dovranno essere piazzati altrove e magari fra questi il Torino ne trova qualcuno che fa al caso suo. Ad esempio, il difensore Gentiletti potrebbe rientrare nell’operazione Immobile”.

Margini quindi per una trattativa fra Lazio e Torino per Immobile ci sono. Secondo lei, la Lazio tratterebbe il giocatore con il club di Cairo o direttamente con il Siviglia?

“Senza dubbio questa è l’altra opzione e forse è anche la più facile, seppur forse un pochino scorretta, ma si sa che in sede di mercato tutto può succedere. E’ comunque probabile che la Lazio tratti Immobile direttamente con il Siviglia”.

Ha notizie in tal senso?

“Sì, non si tratta di un piano b, bensì di un piano a-due soprattutto se il Torino non volesse riscattare Immobile a 11 milioni, tanto più che la Lazio cederà più di un big e avrà denaro da reinvestire, magari spendendo la cifra richiesta dal Siviglia”.

Immobile rientra nei piani della Lazio a prescindere dall’allenatore, con o senza Inzaghi?

“Fra i possibili allenatori c’è anche Ventura, comunque Immobile interessa”.

A proposito di Ventura, quante probabilità ha di diventare il prossimo allenatore della Lazio?

“La voce relativa a Immobile è molto più concreta sicuramente, mentre Ventura è inserito in una rosa di allenatori papabili e che piacciono alla Lazio. In questo momento per quel che riguarda l’allenatore ci sono le primarie in casa Lazio e ognuno sponsorizza il suo partito e di conseguenza alcuni mister. Lotito pensa a Mihajlovic, Prandelli e fra gli altri anche a Ventura, Tare, invece, è orientato su Montella e Di Francesco. Se dovessi stilare una classifica dico che Ventura occuperebbe una posizione più verso il basso, non è tra i primissimi, però, piace”.