Toro-Sassuolo, 25 agosto 2019: sei anni prima il debutto neroverde in A

30.07.2019 09:31 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Toro-Sassuolo, 25 agosto 2019: sei anni prima il debutto neroverde in A

I corsi e ricorsi della Storia, cari allo studioso neoclassicista Giambattista Vico, a volte fanno davvero girar la testa. È il caso di quel Toro-Sassuolo, sorteggiato ieri nell'ambito della prima giornata del campionato 2019/20, il cui calcio d'inizio sarà fischiato tra meno di un mese: la gara del Grande Torino è in programma domenica 25 agosto, ed esattamente sei anni prima, il 25 agosto del 2013, il Toro, allora guidato da Gian Piero Ventura, aprì una delle migliori stagioni della propria storia recente proprio battezzando lo stesso Sassuolo, nel primo match di Serie A in assoluto per il club neroverde.

La formazione granata raffigurata in foto qui a sinistra, con Padelli tra i pali, difesa a tre composta da Glik, dall'uruguagio Guillermo Rodriguez, e da Moretti (alla prima stagione in maglia Toro), Darmian e D'Ambrosio sulle fasce, Farnerud-Vives-Brighi cerniera mediana, Cerci e Immobile, ai blocchi di partenza di un campionato che si rivelerà per ambedue memorabile, davanti. Ballo delle debuttanti dunque per il Sassuolo, guidato dall'allora emergente Eusebio Di Francesco, che perderà per due reti a zero (in gol Brighi, che pochi mesi dopo approderà in neroverde, e Cerci), ma dimostrerà tutta la propria voglia di costruire un percorso lungo e virtuoso nella massima serie, conseguendo la prima di quelle che sono per ora sei salvezze consecutive, coronate dal debutto europeo del 2016/17. Proprio tra le file di quel Sassuolo, peraltro, militava Simone Zaza, alla sua prima stagione da protagonista in Serie A.