Sassuolo, Dionisi: "Non siamo abituati al gioco a uomo, come fa il Torino"

09.02.2024 14:34 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Sassuolo, Dionisi: "Non siamo abituati al gioco a uomo, come fa il Torino"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

In mattinata ha parlato in conferenza stampa anche il tecnico del Sassuolo Alessio Dionisi, che sta vivendo un periodo difficile visti i cattivi risultati della sua squadra che l'hanno posto in difficoltà sulla sua panchina.

"Ho portato mia figlia all'asilo...scherzo. Internamente è stata una settimana come tutte le altre, col club, con i dirigenti, la squadra, per me non è stata una settimana diversa ma importante come tutte. La domanda poi non è fatta per caso, è logica, e la capisco, voglio fare un paio di premesse: sono stato il primo, il più coerente, nel dire a luglio-agosto qual era l'obiettivo di questa squadra e questo è l'obiettivo della squadra di quest'anno perché abbiamo fatto delle scelte da fare e condivise, poi il resto lo apprendo dall'esterno, da quello che ho letto, ma per me è stata una settimana con tutte le persone che sono qui identica, sapendo che è una partita importante contro una squadra diversa da noi, in salute e forte, che ci fa sempre sudare tantissimo e fa prestazioni sporche, per il resto ho un ottimo rapporto con tutti, c'è condivisione, conosco l'ambiente da 3 anni. So di essere in discussione quotidianamente come tutti perché questo lavoro e questo sport va veloce perché c'è il risultato settimanale, il resto l'ho appreso dai media".

Sugli avversari ha aggiunto: "Il Toro è forte e per noi è fastidioso perché ricercano il contatto fisico, la marcatura a uomo, e noi non siamo abituati a questo e dobbiamo essere più 'beep', più determinati di altre volte, perché all'andata il primo tempo del Toro l'abbiamo subito e se subisci una squadra che gioca a uomo è negativo. La prima cosa è la testa, dobbiamo cercare di primeggiare".

Su Kumbulla, arrivato nel mercato di gennaio, Dionisi ha commentato: "È un ragazzo che mi piace, ha qualità importanti per la A. Questa settimana ha iniziato con la squadra e un po' a parte, gli ultimi due giorni e anche oggi farà tutto con la squadra, poi se lo porterò deciderò oggi ma se lo porterò è solo per la rifinitura, è arrivato per ultimo, senza minuti nelle gambe da tanti mesi, e dobbiamo accelerare il percorso, visto che la volontà del ragazzo però fa la differenza, entrare in una squadra è importante e lui non vede l'ora di starci dentro, in base all'allenamento di oggi valuterò se convocarlo o meno".