LEONARDI: siamo cresciuti come mentalità

06.10.2008 12:00 di Raffaella Bon   vedi letture

Il Dg Pietro Leonardi non nasconde la soddisfazione per l'ottimo momentodella squadra:"Siamo contenti soprattutto per gli sforzi che si stanno facendo, per la proprietà e per questa gente.

Questi risultati non ci devono però distogliere da quelle che sono le nostre capacità e i nostri obiettivi, perciò continuo a predicare piedi per terra. Per ora ci godiamo questi 15 giorni di sosta in maniera incredibile. Mancano 27 punti alla salvezza e dobbiamo pensare a questo. siamo abituati del resto a pensare così. E' inutile parlare di cose che sulla carta non ci appartengono. Con De Canio eravamo primi dopo 5 giornate? ora dopo 6! Ma questo è un momento da godere da parte di società e tifosi. Noi pensiamo a lavorare con umiltà".

L'Udinese era ovviamente un pò stanca:"Oggi la difficoltà era quella di carburare. Una volta fatto, tenendo conto di tutte le attenuanti del caso, abbiamo fatto una gran partita. E' chiaro che per supplire alla condizione fisica dovuta a molti sforzi, serve quella psicologica. Sono comunque contento di vedere che anche come mentalità siamo cresciuti. Un'altra cosa positiva rispetto all'anno scorso è il fatto che abbiamo subito solo 3 gol e tutti per dei rimpalli".
Udinese che ritrova anche il senso di appartenenza definitivamente: "era un obiettivo che ci si era posti già l'anno scorso"

Martedì i sorteggi per la Uefa:"Non esprimo desideri: l'Ultima volta che l'ho fatto ci è capitato il Borussia. Certo è che sarà dura per chi dovrà vedersela con noi".

Zapata e Felipe? "uno dei due sicuramente sabato giocherà in amichevole con la primavera. Sono a buon punto."