La Roma vince di rigore, ma il secondo non c'era

27.07.2020 12:44 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
La Roma vince di rigore, ma il secondo non c'era

La squadra giallorossa è la prossima avversaria del Torino, partita in programma mercoledì alle 21,45 al Grande Torino. Ieri la squadra di Fonseca ha battuto la Fiorentina per 2-1 grazie a due calci di rigore. Al di là della forza superiore della squadra romana rispetto a quella fiorentina, un rigore, il secondo, proprio era inesistente, come hanno rimarcato tutti. A segnarli è stato l'ex Veretout.

La Gazzetta dello Sport ha così commentato gli errori commessi dall'arbitro Chiffi: "Il primo è solare per il contatto al 44’ di Lirola con Bruno Peres. All’85’ però il penalty concesso per il fallo di Terracciano su Dzeko non sta in piedi: il pallone colpisce l’arbitro e si accentra propiziando un’azione d’attacco promettente per la Roma senza che il gioco sia fermato pochi istanti prima del contrasto incriminato, errore originale di tutta l’azione. Nel dettaglio poi il bosniaco calcia fuori e il portiere viola in uscita poi finisce su di lui. Non è l’unica svista - ed è un eufemismo - di Chiffi che, tra le altre cose, si era perso il mani appena fuori area di Caceres al 68’".