ESCLUSIVA - Masu (Videolina): "Una gara vicina al 'dentro o fuori'"

19.02.2021 16:00 di Federico Danesi   Vedi letture
ESCLUSIVA - Masu (Videolina): "Una gara vicina al 'dentro o fuori'"

Segue il Cagliari da una vita e da diversi anni è anche diventato il suo mestiere. Alberto Masu (Videolina e L'Unione Sarda) è l'uomo giusto per presentare la sfida di questa sera.

Alberto, che clima si respira ad Asseminello?  "Lo ha detto Di Francesco in conferenza: 'Cagliari-Torino non è una partita importante, ma importantissima'. Perché la vittoria manca da 15 giornate e sbagliare anche uno dei pochi scontri diretti a disposizione (pochi perché le altre stanno scappando via) sarebbe un peccato mortale. E potrebbe dare anche il colpo di grazia alla panchina..."

Di Francesco può cambiare qualcosa negli uomini o nell'assetto? "Il Cagliari avrà cambiato almeno 4-5 sistemi di gioco in questa stagione, alla ricerca del modulo giusto per una rosa che resta ibrida. Da due settimane si è passati alla difesa a tre, col doppio mediano. Si va avanti così, al massimo variando la posizione dei tre davanti, con una o due punte. E sarà così anche con il Toro"

Ti aspetti partita brutta e bloccata oppure se la giocheranno? "Sarà una partita condizionata dall'importanza del risultato. Mi sorprenderei a vedere spettacolo tra due squadre che, in questo campionato, alla vittoria danno del 'lei' e che hanno tanta difficoltà non solo a segnare, ma anche a tirare".

Sottil come sta? "Sottil è out. Un infortunio muscolare oggi lo terrà in tribuna, ma anche il nuovo sistema di gioco non lo aiuta. Per lui, quando rientrerà, sarà complicato trovare spazio, se non entrando a gara in corso".

Tra Cagliari e Toro tanti abbozzi di trattative sia a settembre che a gennaio e nessun movimento, come lo spieghi? "Lo spiego con una risposta semplice: soldi. In estate dal Toro è arrivata l'unica vera proposta per Joao Pedro. Ma mentre il Cagliari chiedeva solo cash (partendo da 20 milioni), da Torino rispondevano gettando dentro giocatori che non interessavano, per motivi tecnici e per contratti troppo onerosi, come Verdi, per non fare nomi".

Il futuro di Sirigu può essere a Cagliari? "Sirigu e il Cagliari si inseguono da tanto. Il presidente Giulini non ha mai nascosto il desiderio di portarlo in Sardegna, ma fin qui il desiderio è rimasto tale. In futuro tutto può succedere, anche se proprio in porta il Cagliari è copertissimo con Cragno e, in caso di futura cessione, Vicario".

Cagliari e Torino si salveranno? “Ha ragione Di Francesco quando dice che questa non è gara da dentro o fuori, ma le somiglia. Perché, a guardare oggi la classifica, la corsa per la salvezza sembra limitata alle ultime quattro. A meno che non ci sia un crollo di chi sta davanti e un cambio di marcia delle altre. Certo che vedere una tra Cagliari e Toro in B sarebbe davvero un delitto”.