Casa Parma, si guarda al possibile esordio "post-emergenza" contro il Toro

26.05.2020 09:23 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Casa Parma, si guarda al possibile esordio "post-emergenza" contro il Toro

Virgolette d'obbligo, considerato quanto si è in realtà lontani dal considerare passata l'emergenza, l'intera Serie A si prepara agli importanti sviluppi del 28 maggio. Tra circa 48 ore, infatti, si scoprirà se e quando il campionato riprenderà: vertici del calcio, Comitato Tecnico-Scientifico e Ministero per la Politiche giovanili e per lo Sport saranno chiamati a deliberare e, soprattutto, a stabilire condizioni e date. 

Non fa eccezione il Parma di Roberto D'Aversa: ripresi gli allenamenti di gruppo a Collecchio, tra distanziamento e tamponi, i ducali guardano alla possibilità che la prima gara del nuovo corso del calcio nazionale si disputi il prossimo 13 giugno, recupero della sesta di ritorno, sul terreno del Grande Torino. Tra i pali, qualora si giochi, probabile la conferma di Ionut Radu; il titolare di riferimento Luigi Sepe, di recente accostato a un ritorno al Napoli, è fermo per infortunio dallo scorso gennaio, e, sebbene vicino al pieno recupero, dovrebbe beneficiare di qualche settimana di margine, prima di rientrare a pieno regime. Sul mercato, nel frattempo, il direttore sportivo Faggiano lavora su un sogno: riportare Sebastian Giovinco a Parma.