Albinoleffe, Fortunato: "Sono più legato al Toro che alla Juve"

"Per loro sono tutte finali da qui in avanti"
05.04.2011 17:01 di Claudio Colla   vedi letture
Fonte: www.albinoleffe.com
Albinoleffe, Fortunato: "Sono più legato al Toro che alla Juve"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di A.Mariani/TuttoAtalanta.com

Riportate sulle pagine del sito ufficiale dell'Albinoleffe le parole dell'allenatore in seconda Daniele Fortunato, uno dei tre ex-granata presenti nello staff tecnico berico (oltre a Emiliano Mondonico  al preparatore atletico Sergio Bizioli): "Torino: due anni belli, con risultati importanti; abbiamo vinto la Coppa Italia, l'ultimo grande successo del Torino dai tempi dello scudetto. Ho cambiato 3 presidenti e avuto un solo allenatore: cosa strana...ho giocato sia nel Toro che nella Juventus, è vero. Nel Torino ho fatto due anni di grande continuità. Nella Juve mi son fratturato il piede 2 volte in 6 mesi. A Torino ho avuto un allenatore che ho tuttora, forse tutto questo fa sì che io sia più legato al Torino.

A Frosinone, Portogruaro e contro il Sassuolo potevamo fare qualcosina in più, portare via qualche punto: purtroppo non abbiamo ottenuto nulla. Non possiamo accontentarci delle prestazioni, dobbiamo anche fare punti. Con il Novara è stata forse più facile, c'era la mentalità giusta, l'approccio giusto. Contro il Sassuolo abbiamo preso goal al 92', senza avere nemmeno il tempo di avere una reazione. Non meritavamo di perdere, non avremmo preso reti, avremmo tenuto una squadra dietro di noi di 2 punti. Ci sarebbero stati tanti aspetti positivi dietro questo 0 a 0. Ma il calcio è così, come noi abbiamo vinto contro il Padova all'ultimo secondo.

In queste situazioni ci siamo trovati altre volte; è stata una mazzata domenica, non è stato semplice affrontare una sconfitta del genere, senza avere nemmeno un attimo per rendersene conto. Stamattina siamo già proiettati verso il Torino, sapendo che pochi giorni fa abbiamo giocato la nostra miglior gara, quella contro il Novara. Abbiamo trovato il Novara in fase leggermente calante, ma siamo stati bravi noi. Ora incontriamo i granata, che invece sonon in crescita. Ma non vedo più difficoltà contro il Torino che contro il Cittadella. Delle prossime 4 ne abbiamo 3 in casa, Torino, Grosseto e Reggina: dobbiamo sfruttare questa chance.

Il Torino non deve pensare che con noi sia più facile, e non credo ci prenderà sotto gamba. Noi potenzialmente possiamo battere il Toro, anche se a livello tecnico loro sono certamente superiori a noi. Ma non dobbiamo pensarci, perché Torino, Siena, Atalanta sono tutte incredibilmente più forti di noi. Loro devono vincerle tutte da qui alla fine, sono tutte finali per i granata. Ma sappiamo che questa è una gara aperta ad ogni risultato. Pensiamo partita per partita, e con il Torino dobbiamo fare tutto per tornare a casa con dei punti.

Sarà una gara aperta e divertente, sperando di essere noi quelli divertiti alla fine".