Vola il Frosinone, cade il Toro

07.09.2009 16:30 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino
Vola il Frosinone, cade il Toro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Frosinone solo in testa, contro ogni pronostico. Sabato ospiterà la matricola Padova, ieri ferma al pari del Vicenza per il rinvio alle 15 di martedì 15 delle gare con il Piacenza e di Reggio Calabria, per l’assenza di alcuni nazionali.
Sorprende il 3-1 di Lecce, contro una delle retrocesse, naturale favorita per la promozione. Il salentino Francesco Moriero, espugna il Via Del Mare, dove fu protagonista da calciatore in serie A, meritando il passaggio all’Inter di Simoni con cui vinse la Coppa Uefa, cominciando poi da titolare il Mondiale ‘98.

 

Davanti al portiere Rosati i ciociari ballano il samba, doppietta dell'attaccante brasiliano Calil, che nel Crotone a giugno impedì la storica promozione in B del Benevento. A segno anche Troianello, inutile il vantaggio al 2’ di Baclet, capocannoniere con 3 gol come Rolando Bianchi.

Il posticipo di Torino premia il Brescia, secondo assieme all’Ascoli con 7 punti, granata non più a punteggio pieno. In avvio traversa di David Di Michele (diagonale mancino), al 25’ Pozzanzini si presenta a tu per tu con Sereni, palla sul palo, interviene Flachi con il piatto destro, c’è pure il tocco di Pratali e la palla entra. Nel secondo tempo Barusso avvicina il raddoppio, espulso Belingheri, per un’entrata a piedi uniti su Martinez. Il muro delle rondinelle resiste, inutili gli strepiti di Colantuono.

L'Ancona vince a Bergamo 3-1, doppietta del bomber Mastronunzio, con un rigore, a bersaglio anche il vecchio Colacone: debutto amaro fra i pali di Ivan Pelizzoli, rientrato dalla Russia e messo in croce dalla difesa. Palo di Foglio per l’Albinoleffe, sull’1-2 grazie a Cellini. A far compagnia ai dorici e al Toro, a sei punti, l'Empoli, 3-1 al Crotone (Saudati, pareggio calabrese di Cutolo; Antonazzo e Coralli), e il Cesena. I romagnoli conquistano il primo successo al Manuzzi battendo il Cittadella con Djuric, 19enne bosniaco, alla fine di un primo tempo dominato dai granata, con 11 tiri a 2 e 8 angolo a 0.

Il 40enne Francesco Antonioli è decisivo su Carteri al 18' e su Ardemagni al 39'. Nel secondo tempo romagnoli vicini al raddoppio con Giaccherini e Do Prado, fenomenale il volo del portiere su colpo di testa di Ardemagni. Al 44’ st espulso Petras, fra i bianconeri entra Cusaro che si frattura tibia e perone, 7-8 mesi di stop. Secondo pareggio esterno per il Gallipoli di Giannini che, sotto a Grosseto per il rigore di Joelson, recupera con il penalty di Ginestra e con Mancini, viene raggiunto da Conteh. Sprofonda la Salernitana che all’Arechi si fa rimontare dal Modena: vantaggio di Ciccio Cozza su rigore, doppietta di Sasà Bruno, che il presidente virgiliano Fabrizio Lori, mestrino, non ha preso perchè costa troppo.

Nell'anticipo delle 12,30 l'Ascoli ribalta dall’89 il risultato contro il Mantova: nel secondo tempo al 10’ espulso il difensore virgiliano Esposito per doppia ammonizione, segna Caridi su rigori, al 32’ rosso per reciproche scorrettezze a Bernacci e Fissore; capovolgono il verdetto Amoroso e l’ex trevigiano Lupoli con una girata di classe. Per le squadre la sveglia è suonata intorno alle 8, subito carboidrati e proteine con pastasciutta, prosciutto e parmigiano, poi crostata e caffé.


Penalizzato lo struscio mattutino nella piazza di Ascoli, i tifosi bianconeri aspettavano la partita con il panino. Il Picchio menù, dall'uccello simbolo dei Piceni, è stato proposto a 12-18 euro per chi esibiva il biglietto o l'abbonamento: anche qualche tifoso virgiliano si è trattenuto volentieri.

 

Esperimento ripetibile.


Vanni Zagnoli