Sirigu per Cragno e Djidji più soldi? Operazione che non sta in piedi

09.08.2020 19:55 di M. V.   Vedi letture
© foto di Image Sport
Sirigu per Cragno e Djidji più soldi? Operazione che non sta in piedi

Che Sirigu possa lasciare la maglia granata è assodato, anzi è probabile, ma che il Toro debba lanciarsi in operazioni quantomeno assurde è assolutamente da vedere. Tuttosport ha lanciato una possibilità che, se riscontrata dall'inequivocabilità dei fatti, darebbe molto da pensare. Il portiere probabilmente più forte degli ultimi decenni dopo l'addio di un certo Luca Marchegiani non può essere trattato come merce di scambio per arrivare ad un altro elemento certamente più giovane ma con ancora tutto da dimostrare, il cagliaritano Alessio Cragno.

Ventisei anni compiuti, ex nazionale Under 21 che quest'anno ha vissuto un serio problema alla spalla destra, da cui si è ripreso. Il Cagliari però lo valuta venti milioni di euro, e per una squadra come il Torino, con un budget estremamente ridotto di spesa, costretta ad intervenire in altri reparti con maggiori lacune, cederlo ai sardi insieme al difensore Djidji a seguito addirittura di un esborso aggiuntivo di sei o sette milioni appare come una grossa assurdità, soprattutto a fronte del livello oggettivamente ben diverso dei due numeri uno, al momento. Se così fosse, ci sarebbe da preoccuparsi, ma siamo certi che, altre alle voci di mercato, tale possibilità sia da escludere. Se proprio servirà muoversi per trovare un numero uno adeguato, più facile che si vada verso obiettivi più realistici.