Rush finale: Lovato c'è, Mir forse. Ma bisogna piazzare tre esuberi

30.01.2024 10:00 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Rush finale: Lovato c'è, Mir forse. Ma bisogna piazzare tre esuberi
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

E’ un Toro che deve fare ancora tanto in queste ultimissime ore di trattative. Al tecnico Juric manca ancora un esterno mancino che ha espressamente richiesto, ma prima c’è sempre il nodo delle cessioni: i granata devono piazzare gli “scontenti”, l’uscita di Seck al Frosinone non basta ancora. Il presidente Cairo e il dt Vagnati potranno essere protagonisti nelle ultime battute del calciomercato invernale.

In entrata: si attende Lovato, poi assalto all’esterno. Intrigo Rafa Mir

C’è una trattativa ormai prossima alla chiusura: Lovato si è avvicinato nuovamente ai granata. Sembrava destinato a finire all’Udinese, poi il sorpasso in extremis del club di via Viotti puntando molto sulla volontà del ragazzo di riabbracciare Juric avuto già a Verona, così ora si respira un cauto ottimismo sulla fumata bianca. L’operazione è sui binari giusti e si punta a chiudere nelle prossime ore, con il tecnico che potrà averlo a disposizione proprio in vista della sfida contro la Salernitana, la squadra dalla quale arriverebbe il classe 2000. Dalla Spagna, intanto, si aspetta che Rafa Mir sciolga le sue riserve: l’attaccante si è preso tempo per riflettere, il Toro resta in corsa con Wolfsburg e Trabzonspor. E anche per la corsia mancina sarà un’operazione al gong, con Bakker dell’Atalanta che resta in orbita granata.

In uscita: gli esuberi da piazzare sono ancora tre. Zima torna in patria.

Il club è riuscito a cedere Seck in prestito al Frosinone, ma ci sono ancora diversi scontenti in cerca di una nuova sistemazione. Sulla lista dei partenti c’è Zima, il quale sta perfezionando il suo ritorno in patria: sembrava destinato all’Amburgo, invece è ai dettagli l’operazione che lo porterà allo Slavia Praga. L’altro nome di uno scontento che sta trovando una nuova sistemazione è quello di Brandon Soppy, bocciato già da qualche settimana dal tecnico Juric. Il laterale di proprietà dell’Atalanta può finire in Inghilterra, dove il Nottingham Forest si è messo sulle sue tracce. E’ una pista che può scaldarsi proprio nelle ultimissime ore di mercato, così come l’ipotesi Maiorca per Radonjic. Anche Karamoh aspetta novità, con Lecce ed Empoli che però non hanno ancora presentato offerte convincenti.

In ottica giugno: dipende tutto dal futuro di Juric

Il Toro ha messo gli occhi su Olanda e Belgio, ci sono diversi profili che intrigano i granata con Vagnati che è andato a visionarli da vicino nelle scorse settimane: con l’Ajax si stanno battendo le strade che portano agli esterni Sosa e Wijndal sono obiettivi per la prossima estate, all’Anversa piace e non poco il centrocampista Ekkelenkamp. Gli osservatori del club continueranno a tenerli d’occhio in questa seconda parte di stagione, anche se è inevitabile che tutto passi dal futuro di Ivan Juric: il tecnico continua ad avere il contratto in scadenza, il momento del faccia a faccia con il presidente Cairo è sempre più vicino. E, a quel punto, si potrà davvero programmare il futuro. Con o senza l’allenatore croato, con o senza Europa.