Per il Torino con il Genoa conta solo vincere per ritrovarsi e per l’Europa

Alla squadra di Mihajlovic si chiede un pronto riscatto dopo le sconfitte con Sampdoria, Juventus e Napoli.
 di Elena Rossin  articolo letto 1489 volte
Fonte: Elena Rossin
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Per il Torino con il Genoa conta solo vincere per ritrovarsi e per l’Europa

Ci sono momenti della stagione dove esiste solo un risultato utile per non doversi ridimensionare: la vittoria. Il Torino è incappato in tre sconfitte consecutive. Una evitabile, quella con la Sampdoria, poiché l’avversario era alla portata. E due che in teoria ci stanno perché Juventus e Napoli sono formazioni di caratura superiore, però, la squadra di Mihajlovic con i bianconeri non ha saputo mantenere l’equilibrio per tutto l’arco della gara e non ha sfruttato fino in fondo le occasioni che ha creato e quindi all’ottantatreesimo è capitolata, con i partenopei è andata in confusione da subito e così al ventiduesimo era già sotto di tre gol. Ora il riscatto è d’obbligo e per fortuna l’avversario è alla portata, quindi, questa sera con il Genoa occorre chiudere la stagione vincendo e per farlo servono grande determinazione e cinismo.

La classifica dice che il Torino è in una posizione non troppo distante dai posti utili per l’Europa, ma comunque un po’ indietro, infatti, l’Atalanta che è sesta, e ha già giocato questo turno di campionato battendo l’Empoli, ha sette punti in più e il Milan che è quinto ne ha otto e fino a febbraio, l’otto, non recupererà la partita con il Bologna poiché è impegnato a Doha in Spercoppa con la Juventus. Ma tra i granata e i posti utili per l’Europa League ci sono anche l’Inter che ha battuto con un sonoro tre a zero la Lazio e ha cinque punti in più e la Fiorentina che dovrà vedersela questa sera con il Napoli ed è avanti di quattro lunghezze. E’ evidente che per il Torino la vittoria sia d’obbligo, anche solo pareggiare sarebbe poco per rimanere in scia al sesto e quinto posto.

Battere il Genoa permetterebbe ai granata di trascorrere la sosta per le vacanze natalizie con maggiore tranquillità e sarebbe, forse, anche un input per Cairo e Petrachi ad agire con tempestività appena il tre gennaio riaprirà il mercato in modo da consegnare subito a Mihajlovic i rinforzi che sono indispensabili. Il Torino ha l’occasione di ritrovarsi e si svestire quei panni borghesi, come ha detto il suo mister, che forse con troppa fretta ha indossato sulla scia dei ventidue punti conquistati fra la quarta e la quattordicesima giornata. Il mister si è accollato la responsabilità della mancanza di sana rabbia e ferocia agonistica nella fase difensiva, ma anche i giocatori devono fare altrettanto in campo ci vanno loro e già questa sera devono dimostrare che sono quelli visti nel periodo precedente e non i cloni, non troppo ben riusciti, delle ultime tre gare. Anche questa sera i tifosi del Toro sosterranno la squadra: un regalo di Natale se lo meritano!