Le pagelle di Torino-Sampdoria: Singo a tratti straripante. Belotti fa sette. Bremer serata no.

30.11.2020 21:23 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Elena Rossin
Le pagelle di Torino-Sampdoria: Singo a tratti straripante. Belotti fa sette. Bremer serata no.
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sirigu: 5,5 Avrebbe potuto fare un po’ di più  sul gol di Candreva con la palla che gli è passata sotto le gambe, incolpevole su quello di Quagliarella. Non gli ha creato alcun problema il tiro di sinistro di Quagliarella finito altissimo (37’) e anche quello, su cross dal fondo di Cadreva, terminato sopra la traversa (41’). Come anche la conclusione dalla grande distanza di Candreva (42’) e la successiva di destro al volo da posizione defilata (45’+1’). Quagliarella, scattato dentro l’area su lanci lungo, lo ha costretto alla prima parata, ma il blucerchiato era in fuorigioco (47’). Candreva, dopo un colpo di tacco di Quagliarella e un rimpallo fortuito di Rincon al limite, è entrato in area e lo ha trafitto calciando di potenza sul primo palo, anche se era riuscito a deviarla, ma non abbastanza (54’). Poi Quagliarella, inserendosi  su lancio lungo di Candreva, di destro al volo lo ha infilato nell’angolino basso alla sua destra (63’). Il tiro dalla distanza di Damsgaard non gli ha creato problemi poiché era sopra la traversa (82’).Troppo debole il tiro, seppur da dentro l’area, di Gabbiadini, servito da Damsgaard, per impedirgli di fare sua la palla (88’).  

Bremer: 5 Non in serata. Buon lancio lungo per Belotti (13’). Avrebbe potuto controllare meglio Quagliarella in occasione del gol di candreva (54’). Tempestivo nell’anticipare di testa Quagliarella su lancio lungo di Audero (58’). Non pervenuto quando Quagliarella ha segnato (63’). Ha allungato la traiettoria con la coscia su calcio d’angolo prima che la palla giungesse a Quagliarella (68’).

Lyanco: 5,5 Luci e ombre. Ha impedito che Vere, su filtrante di Candreva, si rendesse pericoloso costringendolo a oltrepassare con la palla la linea di fondo (5’). Ha anticipato Quagliarella servito con un lancio lungo da Candreva (19’). Colpevole come Bremer in occasione del gol di Quagliarella (68’).

Rodriguez: 6 Attento in fase difensiva ed è andato vicino al gol. Audero gli ha deviato in angolo la punizione dal limite calciata di sinistro e indirizzata sul secondo palo (60’). (Dal ‘70 Verdi: 5,5 Se non si fosse mangiato un gol avrebbe fatto la differenza. Ha sbagliato il pallone di ritorno per Belotti che poteva andare al tiro (73’). Suo il calcio d’angolo in occasione del gol di Meïté (77’). E’ terminato a lato il destro a giro dopo che era entrato in area (79’). Si è visto respingere in qualche modo da Audero un tiro al volo da posizione angolata (80’). Ha crossato male, ma per poco non ha infilato la palla all’incrocio dei pali (89’). Da terra Bereszynski interviene quando era pronto a tirare in porta (90’+1’)).

Singo: 6,5 A tratti straripante. Buon contro cross per Belotti (11’). Ha approfittato dell’errore di Augello, credeva che la palla avesse superato la linea laterale, per impossessarsi della sfera ed entrare in area e servire al bacio con cross teso dalla destra sul secondo palo Belotti, che ha segnato (25’). Yoshida  per fermarlo lo ha dovuto stendere con un fallo a centrocampo dopo che aveva saltato Augello, Verre e Jankto (31’). Bel cross per Zaza (64’). La difesa blucerchiata ha deviato il suo destro dopo che era penetrato in area (80’).

Meïté: 6 Il gol ha impreziosito una prestazione banale. Audero ha messo in angolo di petto il suo destro al volo dopo un bellissimo cambio gioco di Belotti (76’). Prolungando di testa sul secondo palo un angolo battuto da Verdi ha segnato il gol del due a due (77’). E’ stato anticipato nell’area piccola da Ramirez quando stava per calciare in porta (85’).

Rincon: 5,5 Puntuale nel distruggere il gioco altrui, meno nel costruire quello della sua squadra. Incolpevole nella deviazione in occasione del gol di Candreva. La sua schiena ha fatto da barriera alla gran botta di Ekdal (29’). Suo il rimpallo fortuito in occasione del gol di Candreva (54’).   

Linetty: 5 Troppe volte è stato impreciso. Perfetta la palla per Beotti, ma il “Gallo” è risultato in fuorigioco (7’). Entrando in area ha sbagliato il controllo nell’uno-due con Belotti (39’).

Ansaldi: 6 >Fa buoni cross, ma cala alla distanza. Interessante il cross per Zaza che sfiora di testa (11’). Dopo aver saltato Bereszysnki ha messo in mezzo per Belotti (15’). Buon cross dalla trequarti per Zaza (16’). Un altro buon cross per Belotti (21’). (Dal ‘70 Murru: 6 Esegue il compito senza sbavature. Buon cross per Zaza (90’+1’) ).

Zaza: 6 Sta bene e si vede, anche se non ha segnato il suo contributo lo ha dato. Su cross di Ansaldi ha sfiorato di testa e la palla è finita a Singo per il contro cross (11’). Buono il tempo preso a Yoshida, ma per un nonnulla non è arrivato sul cross di Ansaldi (16’). Yoshida di testa gli ha impedito di indirizzare in porta il cross di Belotti (28’).  E’ stato atterrato da Tonelli dopo che lo aveva saltato per entrare in area (59’). Ha costretto Audro a una super parata andando in allungo su cross di Singo (64’). Ha sbagliato lo stop perdendo il tempo sul cross di Murru facendosi così anticipare da Augello (90’+1’). Su cross da calcio di punizione  Verdi il suo tiro è finito sopra la traversa (90’+2’).

Belotti: 7 Gli manca un gol ed è a quota cento in maglia granata e anche oggi è finito sul tabellino dei marcatori segnando il settimo centro in nove gare. E’ sempre lui a fare la differenza. Peccato che fosse in fuorigioco perché ricevendo da Linetty a tu per tu con Audero lo aveva spiazzato infilato la palla in rete dopo averla indirizzata sul primo palo (7’). Su contro cross di Singo in sforbiciata ha commesso fallo (11’). Audero lo ha anticipato al limite dell’area su lancio di Bremer (13’). Sulla palla messa in mezzo da Ansaldi Ferrari ha spazzato l’area prima che creasse pericoli (15’). Nessun problema per il portiere blucerchiato a far sua la palla dopo che in mezzo a due avversari l’aveva sfiorata con la testa su cross di Ansaldi (21’). Ha sbloccato il risultato dopo aver controllato di petto il cross di Singo ed essere sfuggito al controllo della difesa, che non lo aveva controllato, insaccando a porta vuota (25’). Preciso il cross per Zaza (28’). Thorsby gli ha respinto la conclusione dal limite dopo che si era liberato (38’). Con una sforbiciata volante ha liberato l'area sul cross di Jankto tagliato sul primo palo (40’). Buon colpo di tacco per Vedi che poi sbaglia nel ripassargli la palla (73’).  Delizioso il cambio gioco per Meïté (76’).  

Francesco Conti: 5,5 L’imperativo categorico era vincere per lasciare la penultima posizione e dopo la rimonta blucerchiata è arrivato il pareggio, un po’ poco. Recuperati Belotti e Verdi, ma ancora assenti, oltre a mister Giampaolo collegato da casa, Ujkani, Vojvoda, Gojak, Lukic ai quali si è aggiunto l’infortunato Millico e quindi, come già con Inter ed Entella, la squadra è stata schierata con la difesa a tre optando per Bremer, Lyanco e Rodriguez e lasciando in panchina Izzo e Nkoulou. Centrocampo con sulle fasce Singo e Ansaldi e in mezzo Meïté, Rincon e Linetty. In attacco la coppia formata da Belotti e Zaza. La squadra è scesa in campo con il piede giusto attaccando fin dall’inizio e poi sbloccando il risultato con Belotti (25’), complice anche la poca verve offensiva degli avversari che si sono un po’ rivitalizzati solo negli ultimi dieci minuti del primo tempo senza però riuscire a creare alcun problema a Sirigu. I quattro cambi nell’intervallo effettuati dagli avversari hanno destabilizzato i granata e avuto effetto così ed è arrivato il pareggio di Candreva (54’)  e poi anche il vantaggio con Quagliarella (63’), ma va dato atto ai granata che hanno sputo riprendersi andando a riagguantare il pareggio con Meïté e provando fin all’ultimo a vincere senza però riuscirci. Almeno è stata evitata l’ennesima beffa di perdere facendosi rimontare, ma resta un po’ d’amaro in bocca per aver chiuso la gara incamerando un solo punto.

SAMPDORIA: Audero: 7; Bereszynski: 6; Yoshida: 5 (dal ‘46 Tonelli: 6); Ferrari: 5,5; Augello: 5; Candreva: 7; Ekdal: 5 (dal ‘46 Adrien Silva: 5,5); Thorsby: 6,5; Jankto: 5,5 (dal ‘46 Damsgaard : 5,5); Verre: 5 (dal ‘46 Gabbiadini: 5,5); Quagliarella: 7 (dall’ 82’ Ramirez: n.g.).
Paolo Benetti: 5,5.

Arbitro Daniele Doveri: 6 Dirige senza commettere particolari errori coadiuvato dal Var. Il Var gli ha segnalato il fuorigioco di Belotti in occasione del gol che lui quindi ha annullato (7’). Avrebbe anche potuto sanzionare con il giallo, oltre a concedere la punizione, il fallo tattico di Thorsby su Linetty a centrocampo (44’). Corrette le ammonizioni a Tonelli per il fallo su Zaza che lo aveva saltato per entrare in area (59’), a Lyanco per un intervento da dietro su Thorsby (61’) e a Ferrari che per frenare Belotti, che lo aveva saltato, lo ha atterrato (84’).