Le pagelle di Torino-Parma: Vojvoda ha regalato tre punti d’oro al Toro e condannato alla B il Parma. Ansaldi sontuoso. Belotti ancora a secco

03.05.2021 23:21 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Zaza e Vojvoda
TUTTOmercatoWEB.com
Zaza e Vojvoda
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sirigu: 6 Prestazione in generale attenta. Cornelius lo ha anticipato, lui non è uscito perfettamente, ma poi il ducale non è riuscito a girare verso la sua porta (10’). Su sviluppo da calcio d’angolo, la sfera è arrivata a Brugman che ha concluso dal limite dell’area inquadrando lo specchio della porta senza angolare abbastanza e lui facilmente ha parato (16’). Cornelius, su traversone di Laurini, anticipando Lukic ha tentato la conclusione mandando di poco alto sopra la traversa (23’). Protetto da Bremer é uscito facendo sua la sfera su lancio lungo di Gagliolo per Gervinho (59’). Pezzella non lo ha impensierito avendo mandato in curva un tiro da una trentina di metri (79’). Prima è stata la difesa a respingere i tentativi di conclusioni di Gagliolo e Brunetta e poi ancora Gagliolo non ha trovato la sua porta (87’). Pezzella, all’interno dell’area, non lo ha impegnato poiché ha indirizzato il suo sinistro in curva (90’+2’).

Izzo: 6 Un po’ in difficoltà nel primo tempo, bene nella ripresa. Kucka, su spizzata di Cornelius, gli ha preso il tempo costringendolo al fallo (28’).

Nkoulou: 6,5 Ha messo la sua esperienza al servizio della squadra ed è stato puntuale negli interventi. Ha liberato in area sul cross di Pezzella dopo che Brugman aveva recuperato palla ed era ripartito in velocità (15’). Su calcio di punizione a centrocampo, ha contrastato Cornelius che era spalle alla porta (20’). Era sulla traiettoria e ha allontanato la punizione battuta dalla trequarti e indirizzata sul secondo palo dove c’era Hernani (29’). Di testa ha provato a beffare Sepe, che aveva sbagliato il tempo dell’uscita, senza riuscirci (45’+2’).

Bremer: 6,5 Ha chiuso gli spazi agli avversari con giocate puntuali. Grassi lo ha impegnato riuscendo ad entrare in area, ma poi il gialloblù gli ha fatto fallo (21’). Su lancio lungo di Gagliolo ha contenuto Gervinho e protetto l’uscita di Sirgu (59’). Ha bruciato in velocità Cornelius su passaggio di Kucka (60’).

Vojvoda: 7 Al primo gol in Serie A con dedica al suo nipotino e abbraccio a Singo con il quale è in competizione per un posto da titolare. In generale discreta la sua prestazione, qualche volta gli avversari lo hanno messo un po’ in difficoltà. E’ disceso, ma al momento del cross in mezzo per Belotti con una diagonale Laurini ha chiuso (7’). Ha crossato, ma gli avversari hanno liberato (18’). Ha costretto Sepe a respingere di pugno un suo cross con palla che poi è finita ad Ansaldi (24’). Ha fermato Gervinho che provava ad entrare in area (36’). Pezzella ha avuto la meglio in un duello sulla fascia (44’). Ha tentato di testa la sponda su cross di Ansaldi, ma il Parma ha liberato (45’+1’). Ha appoggiato in rete da pochi passi il cross di Ansaldi sfruttando il fatto che Pezzella si era disinteressato a lui (63’). Ha calciato al volo, su cross di Ansaldi, senza inquadrare la porta (83’).

Rincon: 6,5 Ha recuperato tanti palloni. Kurtic ha spazzato via la sua sponda di testa su cross di Ansaldi (34’). (Dall’ 82’ Linetty: n.g. E’ stato bravo a gestire la palla facendo rifiatare i suoi compagni (88’)). 

Baselli: 6  E’ tornato titolare, l’ultima volta era stato con l’Inter, e ha dovuto sostituire Mandragora quindi con il compito di dare equilibrio ed ordine al centrocampo senza riuscirci molto nel primo tempo poi nella ripresa ha fatto qualche giocata non male. Ha recuperato palla sulla trequarti e ha provato ad avanzare però la difesa dei ducali ha fatto muro prima che potesse arrivare in area (6’). Ha sbagliato il giro palla (8’). Ha rubato palla a Pezzella che stava tentando l’incursione in solitaria e poi ha subito fallo (27’). In scivolate e senza commettere fallo ha tolto il pallone dai piedi di Kucka permettendo ai suoi di ripartire (39’). Ha verticalizzato splendidamente per Belotti (72’). Ha servito Zaza in profondità (89’).

Lukic: 6 Più incisivo nella ripresa, un po’ più di spinta non avrebbe guastato. Ha imbeccato Belotti (13’). Cornelius, su cross di Laurini, lo ha anticipato e di testa ha tentato la conclusione e per sua fortuna non ha mandato il pallone in porta (23’). Ha tentato la conclusione senza inquadrare lo specchio della porta (56’). Ha anticipato Busi senza riuscire a evitare anche il fallo laterale (77’). Non ha trovato la verticalizzazione per Belotti dopo che Brno Alves ha perso male la palla (80’). Ha guadagnato tempo procurandosi un angolo (90’+3’).

Ansaldi: 8 Con l’assist di oggi è salito a quota 5 ed è il migliore della Serie A. E’ stato preziosissimo nella conquista di questi tre punti che avvicinano il Torino alla salvezza. Ha crossato precisamente per Sanabria (14’). Vicinissimo al gol, ha colpito la traversa con un tiro potente di sinistro su una respinta con il pugno di Sepe su cross di Vojvoda (24’). Ha indirizzato il cross per Rincon (34’). Ha crossato per Vojvoda (45’+1’). Ha lasciato sul posto tutta la difesa del Parma e dopo essere entrato in area ha crossato rasoterra per Vojvoda che ha sbloccato il risultato (63’). Su imbeccata di Sanabria ha provato il cross, ma il suo mancino è finito sull’esterno della rete (68’). Ha deviato in angolo un cross di Busi (78’). Altro buon cross questa volta per Vojvoda (83’). Gervinho lo ha puntato, ma lui non si è fatto saltare (86’).

Sanabria: 6 Il gol lo ha cercato, ma sotto porta è stato poco incisivo e il dialogo con Belotti non decolla. In area ha provato a girare la palla ricevuta da Ansaldi, ma per un nonnulla non l’ha mandata in porta (14’). Ha perso un duello aereo con Bruno Alves che ha così innescato in profondità Cornelius (19’). Ha spizzato per Belotti su rimessa laterale di Vojvoda (43’). Bruno Alves gli ha rubato palla costringendolo al fallo (53’). In area senza essere marcato di testa ha colpito il pallone con Sepe che era uscito male, ma che in due tempi si è impossessato della sfera (55’). Ha ricevuto da Belotti e servito Ansaldi (68’).

Belotti: 6Più generoso che concreto ed è stato anche sfortunato poiché era in fuorigioco quando ha mandato la palla in rete. Gli sta pesando la mancanza del gol. Dalla retroguardia gli è stata indirizzata la palla, ma Dierckx ha liberato (5’). Su suggerimento di Lukic, ha tentalo la conclusione da posizione defilata mandando però la sfera sul fondo con Sepe che era sulla traiettoria (13’). Dierckx gli ha rubato palla (25’). Tutto da solo è entrato in area e poi è stato atterrato in un contrasto da Laurini (40’). Disturbato da Kucka all’altezza del dischetto del rigore non è riuscito a impattare con la palla su spizzata di Sanabria (43’). Ha arpionato palla, ma una deviazione ha impedito che il suo tiro da dentro l’area arrivasse dalle parti di Sepe (54’). Ha provato a saltare Laurini che ha coperto con il corpo la palla concedendo solo una rimessa laterale (57’). Ha aperto per Sanabria (68’). Su verticalizzazione di Baselli, ha segnato ma era in fuorigioco (72’). Rientrato sul destro ha calciato, ma colpendo il palo esterno (74’). Sostituito ha dato un calcio a una bottiglietta, l’impressione è che fosse arrabbiato per non aver segnato e non per essere uscito prima della fine. (Dall’ 82’ Zaza: n.g. Peccato fosse in fuorigioco sulla palla servitagli da Baselli (89’). Ha stoppato bene, ma poi ha mandato alto il pallone (90’)).

Davide Nicola: 6 Era la partita da vincere ad ogni costo e i tre punti sono arrivati seppur soffrendo. Le assenze per squalifica di Mandragora e Verdi lo hanno costretto a fare variazioni a centrocampo e così ha optato rispettivamente per Beselli e Lukic e avvicendato Vojvoda a Singo sulla fascia destra, mossa che è stata vincente. E ha anche dovuto gestire la questione diffidati (Belotti, Linetty, Lukic, Nkoulou e Zaza) in relazione alle prossime partite altrettanto importanti per la salvezza. I suoi sono partiti un po’ contratti sentendo il peso della partita e hanno fatto qualche errore di troppo nei passaggi poi dopo una dozzina di minuti la squadra ha iniziato ad ingranare un po’ meglio, ma la costruzione del gioco è continuata ad essere problematica, anche se ci sono state tre occasioni da gol Belotti (13’), Sanabria (14’) e Ansaldi (24’). Al 17’ ha invertito le posizioni di Lukic e Rincon. Nella ripresa si è visto un Torino più propositivo e meno a sprazzi. Sanabria e Belotti hanno giocato troppo distanti l’uno dall’altro e senza interagire a dovere, soprattutto nel primo tempo. La lotta per la salvezza è ancora lunga, ma la squadra lo sta seguendo e lui sta gestendo i giocatori che ha a dispizione

PARMA: Sepe: 5; Laurini: 5,5 (dal ‘75 Busi: n.g.); Bruno Alves: 5,5; Dierckx: 6 (dal ‘46 Gagliolo: 6); Pezzella: 5,5; Hernani: 6 (dall’ 84’ Pellè: n.g.); Brugman: 6,5 (dal ‘32 Kurtic: 5,5); Grassi: 5,5 (dal ‘75 Brunetta: n.g.); Kucka: 5; Cornelius: 5,5; Gervinho: 4.
Roberto D’Aversa: 5.

Arbitro Gianluca Aureliano: 5,5 Qualche decisione ha lasciato perplessi. Ha ammonito Dierckx per un fallo a centrocampo su Belotti (9’). Ha richiamato Pezzella e Vojvoda che avevano battibeccato in modo un po’ acceso (37’). Ha dato fallo a Belotti dopo che era entrato in area e Laurini lo aveva contrastato facendolo finire a terra (40’). Non ha giudicato falloso il colpo di Izzo su Cornelius (48’). Ha mostrato il giallo a Hernani per un fallo su Baselli (65’) e Kucka per un’entrata in ritardo su Bremer (73’).