Le pagelle di Torino-Hellas Verona: Miranchuk evita la sconfitta. Linetty e Lukic che cosa si sono mangiati nel finale. Sottotono Radonjic e Vlasic

04.01.2023 17:57 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Olimpico Elena Rossin
Aleksej Andreevic Miranchuk
TUTTOmercatoWEB.com
Aleksej Andreevic Miranchuk
© foto di www.imagephotoagency.it

Milinkovic-Savic: 5,5 I tiri del Verona non sono stati tanti o particolarmente pericolosi e sul gol subito e in alcune uscite poteva fare meglio. Ha preso senza problemi il tiro di Kallon, per la verità non forte e indirizzato dalla sinistra verso di lui (2’). Sulla spizzata di Kallon, ha dovuto uscire dall’area per fermare Djuric (23’). Ha fatto sua la palla spizzata da Djuric per Lazovic (24’). E’ uscito prontamente dall’area, non senza qualche rischio,  per allontanare la palla da Kallon (43’). Sul calcio d’angolo battuto da Lazovic per Djuric il bosniaco ha saltato Djidji e Schuurs e di testa dall’area piccola lo ha trafitto. Vanja avrebbe dovuto uscire per cercare di evitare il gol (45’). Appena dentro l’area Kallon gli ha rubato palla, ma Djidji ha provvidenzialmente rimediato (45’+1’). Djuric in area ha cercato Lazovic, ma lui è uscito e ha fatto sua la palla (48’). Depaoli avanzando ha dato la sfera a Djuric che di sinistro ha tirato, ma è stato deviato (50’). Su angolo calciato da Lazovic, Ceccherini di testa ha mandato di pochissimo sopra la traversa (51’). Kallon ha crossato in mezzo per la testa di Depaoli che ha sbagliato la conclusione (60’). Tameze, più per alleggerire che per tentare il tiro, dalla distanza ha mandato sul fondo (63’).Sul  cross di Doig, Lazovic ha messo fuori (66’). Doig, servito da Depaoli ha colpito male (69’). Depaoli, dopo aver soffiato alla a Vojvoda, l’ha passata a Ilic che l’ha data a Lazovic che l’ha indirizzata alla testa di Djuric, ma il bosniaco non ha trovato la sponda (78’). Sul traversone profondo di Terracciano, è uscito di pugno per allontanare la palla (87’).

Djidji: 6 Croce e delizia. E’ andato in difficoltà facendosi sorprendere sulla spizzata di testa di Djuric per Lazovic (24’). Di testa non ha impattato bene sul cross teso di Radonjic (37’). Djuric in area lo ha saltato e poi ha segnato (45’). Dopo che Vanja aveva perso palla, rubatagli da Kallon, appena dentro l’area ha evitato che si creasse un pericolo (45’+1’). Ha anticipato Lazovic che aveva combinato con Djuric (54’).

Schuurs: 6 Difende e sa spingere al punto di dare una mano in attacco, peccato che anche lui sul gol di Djuric  si è fatto saltare. E’ avanzato per vie centrali e poi ha provato ad imbeccare Vlasic (9’). E’ stato chiuso da Ceccherini, che aveva fatto lo stesso con Miranchuk (27’). Ha anticipato Djuric sull’apertura di Sulemana per Depaoli (31’). Ha interrotto i passaggi fra Djuric, Kallon e Lazovic (44’). Djuric in area lo ha saltato e poi ha segnato (45’). E’ avanzato e ha dato a Miranchuk che ha segnato (64’). Si è proiettato in avanti, ma Depaoli lo ha fermato (82’).

Rodriguez: 5,5 Qualche sbavatura di troppo per uno con al sua esperienza. Ha avuto la meglio su Kallon e ha recuperato palla e poi Hein ha intercettato il passaggio di Lazaro (12’). Rischiando qualche cosa ha mantenuto palla sulla pressione di Kallon (15’). Sul cross di Doig, si è perso Lazovic che di testa non è riuscito a inquadrare lo specchio della porta (66’). Ha evitato la ripartenza degli avversari mettendo in fallo laterale (67’).   

Lazaro: 6 Pimpante, ha dato un discreto apporto alla manovra offensiva. Ha verticalizzato, ma non ha trovato nessun compagno (4’).  Ha calciato la punizione dalla trequarti, ma di testa Ceccherini ha allontanato (5’). Ha saltato Doig e messo in mezzo, ma Checcherini ha allontanato (13’). Ha triangolato con Miranchuk, ma il suo cross è stato deviato in angolo da Doig (19’). Dopo aver saltato tre avversari non è riuscito a concludere (70’). Ha crossato bene per Lukic (90’+7’).

Lukic: 5 Poco brillante e in più si è mangiato il gol della vittoria. In un’azione caotica ha tentato la conclusione dal limite che è stata murata dalla difesa avversaria (27’). Il suo passaggio che voleva mettere in porta Radonjic è stato intercettato da Sulemana (40’). Tameze lo bloccato ha sulla verticalizzazione di Vlasic (88’). Su bel cross di Lazaro, con Montipò che usciva malissimo, di testa ha mandato alto (90’+7’).

Ricci: 5,5 Ha inciso poco, ma si è adoperato nel contenere gli avversari. Ha tenuto in campo un pallone che sembrava perso e poi Dawidowicz è andato sul pallone ma se l’è fatto carambolare sul braccio (4’). Ha attaccato la profondità  e Radonjic ha provato a servirlo senza riuscirci (23’). (Dall’ 89’ Linetty: n.g. Il non giudizio vale solo perché ha giocato poco, ma per il gol che si è mangiato meriterebbe 5,5. E’ avanzato sulla fascia, debole l’opposizione di Hien, ma arrivato in area anziché tirare ha provato ha crossato e Ceccherini ha intercettato (90’+3’)). 

Vojvoda: 5,5 In più di un’occasione non ha fatto la cosa migliore. Ha verticalizzato per Vlasic (10’). Servito da Miranchuk, non è riuscito a tirare al volo (55’). Dopo qualche finta e contro-finta ha cercato di servire Miranchuk, ma la palla era troppo alta e Montipò l’ha fatta sua (57’). Con determinazione Kallon ha difeso la palla dal suo attacco e ha guadagnato un fallo (62’). Depaoli gli ha soffiato la palla (78’). Ha crossato troppo lungo per Ricci (80’).    

Miranchuk: 6,5 La sua zampata vincente è stata provvidenziale, ma può fare anche di più nel creare pericoli agli avversari. Sulla palla allontanata da Checcherini, ha tentato la conclusione però il tiro era troppo su Montipò (13’). Ha triangolato con Lazaro (19’). E’ stato chiuso da Ceccherini (27’).  Ha provato a servire, sena riuscirci, Vlasic che si era creato uno spazio (37’). E’ arretrato per recuperare palla e ha servito Vojvoda (55’). Schuurs gli ha dato bene palla e dai 25 metri lui l’ha scaglia di sinistro in porta (64’).

Radonjic: 5 Di tanto in tanto ha vinto contrasti, ma gli è mancato troppo spesso il guizzo decisivo. Ha puntato Dawidowicz, ma il polacco con il fisico ha ottenuto la rimessa dal fondo (17’). Ancora un duello con Dawidowicz, saltato, che gli ha permesso di guadagnare una punizione a metà campo (18’). Dal limite ha tentato la conclusione che è stata respinta da Dawidowicz (22’). Vedendo Ricci attaccare la profondità ha provato a servirlo senza riuscirci (23’). Il suo cross verso Lazaro ha messo in difficoltà la retroguardia del Verona che in qualche modo se l’è cavata (27’). Ha crossato per la testa di Djidji (37’). Dal limite ha concluso senza creare grande pericolo a Montipò (47’). Ha perso palla sulla pressione di Hien-Tameze (63’). (Dal ‘66 Sanabria: 5,5 Ha fatto troppo poco: qualche palla toccata e nulla più. Verdi gli ha rubato palla (75’).).

Vlasic: 5,5 Più fimo che arrosto, da lui ci si aspetta maggiore incidenza. Su lancio lungo di Vanja ha protetto bene la palla pur pressato da Hien (7’). Pressato non ha controllato bene la palla sul passaggio di Schuurs (9’). Non è riuscito a tenere in campo il pallone verticalizzato da Vojvoda (10’). Su sviluppo da calcio d’angolo, ha controllato male una buona palla (20’). Ha eluso Hien ed è avanzato, ma Depaoli con una provvidenziale scivolaa ha sventato il pericolo (25’).  Si è creato uno spazio e Miranchuk ha provato a servirlo senza riuscirci (37’). Dawidowicz, appena dentro l’area, lo ha stretto in un abbraccio per controllarlo senza che l’arbitro intervenisse (85’). Ha verticalizzato per Lukic (88’). Ha crossato cercando Lazaro, ma Doig di petto ha dato palla a Montipò (90’+2’).

Ivan Juric: 5,5 Vincere oggi era auspicabile e possibile sulla carta, ma non scontato e l’obiettivo non è stato centrato pur se è arrivato un pareggio e nel finale prima Linetty e poi ancor di più Lukic hanno avuto la possibilità di segnare il gol della vittoria. La scelta di giocare con nessuna punta di ruolo può lasciare un po' perplessi, ma non avendo a disposizione attaccati che abbiamo il fiuto del gol sopperirvi non è facile. Ripete da tempo che manca un centrocampista di qualità, ma se non viene asoltato dalla società non può fare più di tanto per sopperire.
Dopo qualche minuto di studio reciproco fra le due squadre, i suoi hanno preso in mano il pallino del gioco e attaccato lasciando solo qualche estemporanea incursione al Verona, ma l’assenza di un centravanti si è fatta sentire perché né Vlasic, né, Radonjic e neppure Miranchuk, l’unico che ha tentato una conclusione che poteva definirsi tale, non sono riusciti a impegnare Montipò. Alla fine del primo tempo è poi arrivata la beffa con il gol di Djuric (45’).
Nella ripresa il Verona si è dimostrato più coraggioso, galvanizzato dall’essere andato in vantaggio, e così ha pressato con maggiore convinzione cercando il secondo gol e la squadra ci ha messo un po’ per prendere le misure. Il pareggio grazie al gol di Miranchuk ha dato più convinzione ai suoi che però hanno lasciato qualche occasione di troppo agli avversari. L’assenza di un centravanti e Sanabria che fatica a trovare la via del gol sono problematiche che solo il mercato può risolvere come anche aumentare la qualità in mezzo al campo. Se poi si sprecano anche occasioni abbastanza clamorose, Linetty e Lukic, per segnare inevitabilmente si lasciano punti per strada.      

HELLAS VERONA: Montipò: 5; Dawidowicz: 6,5; Hien: 6; Ceccherini: 6; Depaoli: 6,5 (dall’ 86’ Hrustic: n.g.); Sulemana: 6 (dal ‘72 Ilic: 6); Tameze: 6; Doig: 6; Lazovic: 6 (dall’ 81’ Terracciano: n.g.); Kallon: 6,5 (dal ‘72 Verdi: 5,5); Djuric: 6,5.
Marco Zaffaroni: 6.

Arbitro Federico Dionisi: 5,5 Ha arbitrato all’inglese lasciando correre su più di un fallo, tutti non particolarmente gravi. Ha ammonito Schuurs per un fallo tattico su Tameze (89’) e Dawidowicz per aver atterrato Linetty che avanzava verso l’area (90’+5’).