La gara con lo Shakhtyor per il risultato è quasi un’amichevole, per Mazzarri un test probante

Approccio alla partita, livello di prestazione costante per tutto l’arco del match e verifica della forma fisica di alcuni giocatori saranno attentamente monitorati dal mister e dal suo staff.
14.08.2019 14:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Belotti, Berenguer e Mazzarri
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Belotti, Berenguer e Mazzarri

Il cinque a zero dell’andata con lo Shakhtyor in casa pone il Torino al riparo da rischi di mancata qualificazione allo spareggio per l’Europa League, infatti, i bielorussi già solo per andare ai supplementari dovrebbero vincere cinque a zero e se il Torino dovesse segnare anche un solo gol loro ne dovrebbero fare sette. Per cui la questione non si pone, anche perché se i granata dovessero fallire il passaggio del turno è meglio che chiedano asilo politico in Bielorussia. Questa partita di ritorno ai fin del risultato è quasi come un’amichevole, ma non lo è per Mazzarri che la utilizzerà per testare prima di tutto l’approccio dei suoi e poi la continuità di prestazione nell’arco dei novanta minuti perché vorrà sicuramente vedere se ci saranno quei cali di tensione, quei minuti di rilassatezza che portano a rivitalizzare l’avversario e a subire gol evitabilissimi. Servirà anche al mister per verificare la tenuta fisica di qualche giocatore. Ad esempio, Rincon che a causa degli impegni con la Nazionale venezuelana ha posticipato l’inizio delle ferie e se anche se le è tagliate e si è allenato in vacanza non è ancora al top della forma.

Queste verifiche ovviamente sono finalizzate al prossimo impegno europeo con il Wolverhampton, ha vinto quattro a zero all’andata in Armenia con il Pyunik e, come per il Torino ha più ch ipotecato il passaggio del turno, e poi all’esordio in campionato. Dopo la gara con i bielorussi per il Torino ci saranno diciassette giorni intensi perché a partire da giovedì 22 disputeranno quattro partite in undici giorni e l’asticella qualitativa degli avversari sarà più elevata rispetto alle precedenti partite. Oltre alle due gare, andata e ritorno, con gli inglesi nelle quali l’obiettivo è passare il turno per accedere alla fase a gironi dell’Europa League in campionato i granata affronteranno alla prima il Sassuolo in casa e l’Atalanta in trasferta. Iniziare bene anche in campionato è quello che vuole Mazzarri e che tutti si aspettano dal Torino.