Iniziano il lavoro sul campo e le prime verifiche sul mercato

Accordo trovato con l’Atalanta per Zappacosta e Baselli. Servono ancora il regista e un attaccante per completare l’organico, se non partirà nessun altro oltre a Darmian.
09.07.2015 08:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Iniziano il lavoro sul campo e le prime verifiche sul mercato
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Questa mattina dalle 9,30 i giocatori del Torino saranno impegnati alla Sisport nel primo allenamento della nuova stagione. Assenti giustificati i calciatori che hanno terminato la stagione più tardi perché impegnati con le rispettive Nazionali. Gli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori saranno puntati soprattutto su Avelar e Obi, mentre Acquah, l’altro volto nuovo raggiungerà i compagni fra qualche giorno, per studiarli e capire come riusciranno a inserirsi nel gruppo e come impatteranno con mister Ventura e i suoi dettami tattici.  

 

Presto la truppa granata orfana di Darmian, che venerdì effettuerà le visite mediche per poi diventare a tutti gli effetti un giocatore del Manchester United, si arricchirà di due nuovi elementi: Zappacosta e Baselli. Il Torino ha già raggiunto un accordo con l’Atalanta per i due giocatori, 10 milioni più bonus, e sta ultimando quello per i contratti che legheranno i due calciatori al club granata. Con Zappacosta e Baselli il centrocampo è quasi sistemato, manca ancora il regista per completare al meglio l’opera, sempre che Peres rimanga. Pensare però che dopo l’addio di Darmian vada via anche Peres sembrerebbe una mossa un po’ eccessiva, ma si sa che le vie del mercato sono infinite e tutto e il contrario di tutto può sempre accadere.

 

A questo punto l'organico è quasi al completo e oltre al regista, sempre che arrivi, si attende, come detto dal presidente Cairo, un attaccante. Abel Hernandez e Defrel sono nel mirino del Torino a detta dei bene informati, si vedrà nei prossimi giorni se uno dei due la spunterà oppure se il club granata virerà su qualcun altro, prima però si attende l’annuncio ufficiale di Darmian al Manchester United e l’ingaggio di Zappacosta e Baselli. Fra i tifosi già impazza il quesito, ma questo Toro e più forte di quello dello scorso anno e riuscirà a tornare in Europa? Come ha detto Ventura ai microfoni di Sky ieri sera nell’hotel cittadino che ospita la squadra: “Speriamo che quest’anno possa essere ancora più importante in modo da ritagliarci uno spazio sempre più in alto continuando a programmare per coniugare risultati sportivi ed economici”. L’Europa League, che l’anno scorso a quest’epoca elettrizzava e faceva sognare, manca e nessuno vorrebbe che rimanesse un ricordo.